Elon Musk, la fidanzata Grimes svela il suo tatuaggio bianco: “bellissime cicatrici aliene”

Ecco che cos'è un tatuaggio bianco
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Quella dei tatuaggi è una vera e propria arte. E come tale, si evolve e cambia a seconda della persona che ne fa uso. Come per Grimes, la compagna del multimilionario Elon Musk, che ha utilizzato la sua schiena come tavola per un curioso progetto: un tatuaggio bianco.

Le “cicatrici aliene” di Grimes

La musicista 33enne, il cui vero nome è Claire Elise Boucher, ha svelato sui social la scorsa domenica il suo nuovo tattoo, “bellissime cicatrici aliene” create utilizzando inchiostro bianco.

Il tatuaggio bianco di Grimes è stato realizzato da Nusi Quero, che ne ha curato anche il design insieme all’artista Tweak T.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da 𝔍𝖆𝖞𝖈𝖔𝖇🤮🔫 (@tweakt)

Una scelta curiosa che non sorprende più di tanto: Grimes e Elon Musk sono noti per la loro eccentricità. Dopo aver dato un nome enigmatico al loro primo figlio, che hanno deciso di chiamare X Æ A-12 (pronuncia EX ASH EI TWELVE), la coppia ha puntato Marte. Mentre l’imprenditore ha dichiarato di voler raggiungere il Pianeta Rosso prima della NASA, la sua fidanzata è andata ben oltre, annunciando di volersi trasferire su Marte dopo aver compiuto 50 anni per fondare una colonia umana.

Il tatuaggio bianco

La scelta di utilizzare inchiostro bianco, al posto del più classico nero o colorato, non è nuova nel mondo dei tattoo. Si tratta di una forma d’arte più sofisticata, che necessita di mani esperte per la sua realizzazione. A differenza dei tatuaggi comuni, infatti, quelli creati con inchiostro bianco tendono a svanire molto più rapidamente, perché meno pigmentati. A causa dell’inchiostro utilizzato, molto denso, i tatuaggi bianchi possono causare un aspetto rialzato, proprio come “cicatrici aliene”.

 
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it