Ho letto pareri contrastanti su Norlevo ed EllaOne….

Salve dottori ho letto sul questo sito e su altri siti pareri contrastanti e vorrei un po’ di chiarezza: mettiamo caso che durante un rapporto per precauzione poiché c’è stata una rottura di preservativo anche senza eiaculazione ma con possibile fuoriuscita di liquido pre-eiaculatori, si assuma norlevo o ellaone, ma l’ovulazione è già avvenuta da poco o da giorni, l’effetto è comunque garantito oppure c’è possibilità di fallimento?
Perché alcuni dicono che ha effetto solo quando l’ovulazione non è ancora avvenuta, dunque se fosse già avvenuta, non potendo sapere quando, non avrebbe alcun effetto norlevo o ellaOne? Vorrei capire se il suo compito è solo quello di spostare l’ovulazione oppure garantisce anche quando questa è già avvenuta.
Grazie spero di avere più chiarezza.

Giuseppe, 21 anni


Caro Giuseppe,
comprendiamo i tuoi dubbi e proviamo a darti qualche informazione in più. Sia la pillola del giorno dopo Norlevo che EllaOne è importante precisare che sono farmaci a tutti gli effetti e vanno utilizzato solo in caso di reale emergenza. Inoltre devi sapere che queste pillole non sono abortive, non sono in grado di interrompere una gravidanza in atto nè di impedire l’annidamento dell’ovulo fecondato ma ne impediscono la fecondazione. L’azione è proprio quella di posticipare l’ovulazione per impedire che, eventuali spermatozoi, possano incontrare un ovulo maturo e quindi potenzialmente fecondabile. Qualora questa sia già avviata, il principio del farmaco provvede a rendere inospitali le pareti uterine in modo da impedire che un potenziale ovulo fecondato possa impiantarsi e dar luogo ad una gravidanza.
Se Norlevo va assunta entro 72 ore (cioè 3 giorni) dopo il rapporto, Ellaone si può assumere entro 5 giorni. In realtà la loro efficacia è tanto maggiore quanto prima vengono assunte. Ellaone riesce a posticipare l’ovulazione anche dopo il suo inizio e ha un azione appunto nell’arco di 120 ore (5 giorni) dal rapporto risultando più efficace della pdgd.
In ogni caso devi sapere che affinché avvenga una gravidanza, deve esserci un rapporto completo e non protetto, cioè con penetrazione ed eiaculazione all’interno dei genitali femminili, durante i giorni fertili della donna che solitamente oscillano tra l’11° e il 18° giorno di un ciclo regolare.
Per quanto riguarda il liquido preseminale secondo ultime ricerche sembra che non contenga spermatozoi e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in grado di fecondare. 
Per il futuro per evitare rischi è importante usare dei metodi contraccettivi. Ce ne sono diversi in commercio e potrai scegliere quello che maggiormente si adatta alle vostre esigenze affinchè possiate vivere i rapporti sessuali in modo sereno.
Torna a scriverci qualora ci fossero altri dubbi.
Un caro saluto 

2021-08-06T15:23:31+02:00