se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Durante il rapporto protetto, ho avuto perdite abbondanti di sangue rosso acceso…

Buona sera a tutti. Sono al 4 giorno di ciclo e il sangue ormai è poco e scuro.  Durante il rapporto protetto, ho avuto perdite abbondanti di sangue rosso acceso. A cosa possono essere dovute? Non è la prima volta che succede (sempre durante il ciclo). Sono ancora mestruazioni? Grazie in anticipo per la risposta.

Pia, 18 anni


Cara Pia,
è difficile darti una risposta puntuale in una consulenza online dove non è possibile fare diagnosi non avendo a disposizione strumenti di approfondimento. Potrebbero esserci diversi fattori: potrebbero essere ancora residui del ciclo, potrebbero essere causate da un trauma vaginale o della cervice provocato da un rapporto troppo brusco o a volte da un’eccessiva secchezza vaginale e scarsa lubrificazione della vagina durante il rapporto sessuale.
In altri casi queste perdite sono riconducibili a piccole piaghe sul collo dell’utero. La ‘piaghetta’ è una estroflessione della mucosa cervicale e della scomparsa dell’epitelio che normalmente riveste il collo dell’utero, di dimensioni variabili e del tutto innocua che, però, impensierisce e preoccupa le donne che ne sono colpite. Allo stesso tempo, però, non va dimenticata perché si tratta di una parte delicata che potrebbe dar luogo più facilmente a infiammazioni che, se trascurate, sono terreno fertile per lesioni cervicali. Per questo è consigliabile eseguire un pap test una volta all’anno e alcune precauzioni di massima come curare l’igiene intima, evitare di indossare i salvaslip se non sono necessari e usare il profilattico se si hanno partner diversi, perché questi fattori possono contribuire alla formazioni di batteri e infezioni che infiammano facilmente la piaghetta. 

Ci possono essere altre condizioni più specifiche che possono causare le perdite ematiche, ma ribadiamo che sia fondamentale appurarle con la visita ginecologica per approfondire le irregolarità.
Magari prova a monitorare questi episodi se avverti altri dolori, fastidi o se vedessi il persistere di tale episodi allora puoi confrontarti con il tuo ginecologo di fiducia o recarti presso un Consultorio della tua zona.

Un caro saluto!