se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Lo sperma non muore al contatto con l’aria? Potrebbero esserci rischi?…

Io dopo la masturbazione mi sono pulito il pene con un fazzoletto di carta e qualche secondo dopo ho, per una frazione di secondo toccato le labbra della vagina della mia ragazza. E se invece il contatto fosse stato più interno? È difficile ugualmente che ci instauri una gravidanza? Lo sperma non muore al contatto con l’aria? Ed un eventuale dito difficilmente potrebbe procreare…
Attendo vs delucidazioni

Michael, 25 anni


Caro Michael,
in una consulenza online è impossibile dare certezze assolute perchè non ci sono strumenti concreti che permettano di approfondire e fare diagnosi. Dopo l’eiaculazione la sopravvivenza degli spermatozoi dipende dalle circostanze ambientali e le condizioni che trovano. All’aria la sopravvivenza dipende da quanto tempo lo sperma impiega a seccarsi. Fino a quando gli spermatozoi sono protetti da sufficiente liquido seminale umido in teoria possono sopravvivere anche per varie ore. Su una stoffa assorbente come quella dei vestiti, di un asciugamano o delle lenzuola lo sperma, si secca in pochi minuti e gli spermatozoi muoiono non trovando il giusto ph e la temperatura adeguata per la sopravvivenza. Considera che hai fatto diversi passaggi per pulirti per cui probabilmente lo sperma potrebbe aver raggiunto una consistenza più solida.
Potrebbero esserci dei rischi di concepimento nel momento in cui si inserisca un dito molto sporco di sperma appena eiaculato sempre che la donna si trovi nel suo periodo fertile che oscilla solitamente tra l’undisemo e il diocettesimo giorno di un ciclo regolare.
Magari potreste confrontarvi sui diversi metodi contraccettivi in commercio e sceglierne uno che maggiormente rispecchie le vostre esigenze e che vi permetta di vivere la sessualità in maniera serena e protetta.
Speriamo di essere stati di aiuto.
Un caro saluto!