se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Che rischi ci sono se una volta iniziato il blister della pillola assumo un antibiotico?…

Salve,
Vorrei se possibile dei chiarimenti riguardo il mio dubbio.
Ho iniziato il blister della pillola klaira (che prendo da qualche anno) il 22 Febbraio (lunedì), a causa di una forte laringite ho dovuto iniziare a prendere il 26 Febbraio (venerdì) l’antibiotico bacacil (principio attivo: bacampicillina). La notte tra il 28 e il 29 Febbraio ho avuto un rapporto completo e circa una settimana dopo (il 5 Marzo), ho avuto altri rapporti con coito interrotto. Successivamente a questi rapporti ho avuto delle strane perdite biancastre e gelatinose (filamentose) per circa 4 giorni. Adesso sono 5 giorni che ho un forte dolore al seno, lo sento gonfio e sensibile. Tra sabato e domenica prenderò le pillole placebo e mi dovrebbe arrivare il ciclo peró sono un po’ in ansia. Quindi vorrei sapere se è possibile che io sia incinta e se secondo lei dovrò fare un test in qualsiasi caso.
La ringrazio in anticipo.
Saluti

Laura, 21 anni


Cara Laura,
secondo la letteratura gli antibiotici possono interferire con la pillola contraccettiva e nel caso potrebbero abbassare l’effetto contraccettivo, non necessariamente eluderlo. Normalmente le interazioni sono scritte nel foglietto illustrativo di ogni farmaco.
Per quanto riguarda le situazioni specifiche a cui fai riferimento, ci sono tante variabili da considerare e in questi casi non è difficile avere una certezza assoluta.

Le perdite di cui parli potrebbero anche essere legate ad una reazione fisiologica del corpo agli antibiotici, (ad esempio una vaginite) e quindi non essere specificamente connesse ad un rischio gravidanza. Così come i dolori che riporti potrebbero essere legati ad oscillazioni ormonali, a un periodo di stress emotivo e fisico, dove quindi le cause sono diverse e non specifiche. L’ansia è un fattore di stress molto elevato per il corpo e tende a rompere diversi equilibri fisiologici.
Di solito si consiglia, in caso di assunzione di altri medicinali,di usare contraccettivi di barriera come il preservativo sia durante i giorni della cura che nei sette giorni successivi.
E’ importante quando si assumono dei farmaci, specificare al proprio medico che tipo di pillola si prende in modo da evitare possibili interazioni.

Non rimane che aspettare l’emorragia da sospensione, qualora ci fossero delle irregolarità potresti contattare la tua ginecologa che sicuramente conoscendoti meglio potrà darti delle informazioni più dettagliate e mirate.
Speriamo di essere stati comunque di aiuto…
Un caro saluto!