se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho 4 giorni di ritardo…sono a rischio?…

Salve sono la ragazza che vi ha scritto qualche giorno fa, a febbraio si era rotto il preservativo ed ho assunto la pillola del giorno dopo ed il ciclo si è presentato. Il 7 maggio purtroppo si è rotto il preservativo ed ho assunto nuovamente la pillola del giorno dopo entro 21 ore non c è stata nè eiaculazione interna nè esterna, il ciclo lo aspettavo nei prossimi sette giorni quindi credo di non essere stata nel periodo fertile infatti il 14 come previsto ho avuto io ciclo. Il problema per il quale vi riscrivo è perché oggi mese di giugno non ho avuto nessun rapporto a rischio altrimenti ce me saremo accorti come i precedenti, ma ho 4 giorni di ritardo è da ieri sera ho perdite marroni, stamattina si sono fatte più dense e più rosse seguite da dolori alle ovaie. Secondo lei mi stanno arrivando? O sono a rischio? Ho letto tante cose di falsi cicli, ma sto andando in paranoia la prego mi aiuti grazie mille in anticipo.
Riri, 20 anni

Cara Riri,
cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in modo che ti possa tranquillizzare.
Da ciò che ci scrivi non c’ è stato un rapporto a rischio, perciò il ritardo potrebbe essere dovuto a diverse cause; il ciclo infatti subisce oscillazioni ormonali, climatiche ed anche di stress come ad esempio l’ansia. Inoltre quando si assume la pillola del giorno dopo potrebbero esserci delle irregolarità che si assestano entro un paio di mesi dall’assunzione.
Comunque i sintomi che descrivi potrebbero anche essere dovuti alla fase ovulatoria per esempio.
Il falso ciclo di cui parli, cioè le perdite da impianto durante l’instaurarsi di una gravidanza, non riguarda il tuo caso, perciò cerca di tranquillizzarti ed attendi l’arrivo del ciclo.
E’ importante avere, come già fate, rapporti protetti, magari potete controllare che il preservativo sia inserito nel modo giusto e che non siano scaduti.
Ti consigliamo qualora il ritardo dovesse persistere di recarti da un ginecologo di fiducia per capire le cause del ritardo e per il futuro puoi pensare di adottare un piano contraccettivo che riduca il rischio e ti faccia vivere la tua sessualità in modo sereno e consapevole.
Un caro saluto!