se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Se mi concedo a un ragazzo dopo 1-2 mesi di conoscenza,sbaglio?…

Come faccio a non fidarmi ed affezionarmi molto facilmente a un ragazzo?
Se mi concedo a un ragazzo dopo 1-2 mesi di conoscenza,sbaglio?
Ho bisogno di affetto da una figura maschile perchè mio padre è molto chiuso, sbaglio a cercarlo da ragazzi?,

Cara Anonima,
non crediamo ci siano tempi giusti o sbagliati, una sorta di manuale che ti dica quando è il momento opportuno per lasciarti andare; l’unica cosa che può dettare il tempo giusto sono i tuoi sentimenti, il tuo vissuto, le tue paure, il tuo modo di sentirti sicura nella relazione.
La fiducia è un punto di partenza molto importante, perché permette di costruire uno spazio condiviso in cui entrambi vi sentite al sicuro. Fiducia comprende il rispetto, l’attesa, la complicità, ma anche la necessità di mantenere le proprie individualità.
Probabilmente tu in questo momento senti di aver bisogno di più tempo per consolidare queste basi, e forse se non ti senti pronta non devi forzarti solo in funzione di tempi sociali da rispettare. Puoi provare a parlarne con il tuo ragazzo ad esempio.
La fiducia ha bisogno di tempo per potersi sincronizzare con le vostre paure e le vostre aspettative. Spesso sono proprio le aspettative che creano confusione e dipingono vissuti che ci allontanano dalla relazione, perché ci fermiamo a pensare e pensare senza davvero avere un confronto con l’altro reale.
A volte capita, come ci suggerisci anche tu, che il modo di rapportarci con il proprio ragazzo sia influenzato dal modo in cui ci si rapporta di solito con il padre, figura maschile per eccellenza. È possibile che la chiusura che hai vissuto con tuo padre ti spinga a cercare maggiori manifestazioni di affetto, che ti facciano sentire importante anche con le parole.
Spesso ci affanniamo a trovare l’attenzione degli altri come unico modo per sentirci viste, apprezzate, ma è altrettanto importante lavorare anche sulla nostra percezione, sulla autostima affinché tu ti senta più forte e completa per affrontare qualsiasi giudizio e qualsiasi tipo di relazione. Avere una maggiore consapevolezza delle tue emozioni sicuramente ti permetterà di affrontare la confusione con maggiore serenità.
Magari se sei ancora in un liceo potresti informarti se c’è uno sportello di ascolto, a volte avere uno spazio dove portare i tuoi dubbi e le tue paure aiuta a sentirsi meglio, perché se le tiriamo fuori riusciamo a dare una forma diversa anche alle paure più nere.
Se vuoi puoi continuare a scriverci.
Un caro saluto!

,Anonima, 18 anni,20-04-2015,Affettività