se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Il seno � gonfio dopo una settimana dalla fine del ciclo e ha preso a farmi male…

Salve, il 19 maggio ho avuto un rapporto (ero al 4° giorno dopo la fine del ciclo) protetto e alla fine il preservativo non era squarciato o rotto. Tre giorni dopo il mio seno si è gonfiato e allora mi è venuto il dubbio che nel preservativo ci potesse essere stato un foro da noi non notato dato che non abbiamo fato il controllo accurato dell’acqua che molti fanno. Inizialmente ero stata tranquillizzata dicendomi che era semplicemente l’ovulazione(cosa che comunque non mi convinceva perché avevo avuto il ciclo l’11 e mi sembrava troppo presto) e circa il 10 giugno mi è venuto il ciclo. Questa volta era un po’ diverso, cioè il colore e la consistenza mi sembravano normalissimi(o almeno così pareva) tuttavia si depositava poco sull’assorbente e ciò mi ha fatto preoccupare. Inoltre il seno non ha smesso di essere gonfio e dopo una settimana dalla fine del ciclo(durato normalmente ma meno abbondante anche se il mio flusso non lo è mai) ha preso a farmi male. Ho fatto un controllo al seno da un medico e mi ha detto che probabilmente sono presenti dei fibroadenomi e a breve andrò a fare un’ecografia. Ciò mi avrebbe dovuto tranquillizzare sul fatto del gonfiore e del dolore tuttavia non sono certa che i fibroadenomi possano apparire all’improvviso in tre giorni, gonfiare entrambi i seni così e renderli dolenti anche nei punti dove non è proprio presente il nodulo e inoltre ho paura che siano sorti a causa della gravidanza. Specifico tanti altri fattori che magari possono servire per valutare la situazione: per tutto giugno ero sotto stress per via della maturità, soffro di cisti ovariche, sono piuttosto ipocondriaca e ansiosa, il mio ciclo è molto irregolare tranne questi due mesi che mi è arrivato abbastanza puntuale. Inoltre ho fatto due test: uno a due settimane dal rapporto e uno l’altro ieri, quindi dopo più di un mese, entrambi negativi. La mia paura è che abbia eseguito male il test, che magari fosse presente la seconda linea ma così impercettibile da non vederla se non in contro luce o comunque che fossero falsi negativi dato che so che tali test possono essere poco affidabili. Vi ringrazio per la vostra disponibilità.,Anonima, 19 anni,06-07-2015,Sessualit�-SeSso � meglio,timore gravidanza,

Cara Anonima,
alla luce di quanto ci hai scritto, ovvero: rapporto protetto con il preservativo (in genere se c’è una rottura è visibile), ciclo regolarmente presente (le variazioni di cui parli non sono riferibili a una gravidanza), test di gravidanza negativi (se fatti dopo un mese dal rapporto sono attendibili), un medico che ha individuato la possibile causa del gonfiore al seno, riteniamo tu possa stare tranquilla!
Capiamo che, vista la tua giovane età, una gravidanza ti preoccuperebbe molto, ma ci sembra che non ci siano rischi.
Tieni presente che il gonfiore al seno e le piccole variazioni nel ciclo possono anche essere dovute ad oscillazioni ormonali, che possono essere correlate a tutti i fattori di stress di cui ci hai parlato.
Per il futuro, se il preservativo non ti fà stare abastanza tranquilla, puoi valutare altri metodi contraccettivi, magari consultando un ginecologo per individuare quello che meglio si adatta alle tue esigenze.
Noi restiamo a disposizione per eventuali altri chiarimenti.
Un caro saluto!