se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Questo ritardo può essere legato all’aumento del peso o al malfunzionamento della tiroide?…

Salve.. Chiedo il vostro aiuto perché  aspetto l’arrivo del ciclo ma ancora dopo 5 giorni non arriva, sono in ansia perché non mi è mai successo un ritardo del genere e non ho nessun sintomo che ne rileva l’arrivo.  Questo ritardo ,escludendo la gravidanza ,può essere legato all’aumento del peso o al malfunzionamento della tiroide? Che controllo sarebbe opportuno fare? Grazie mille.

Anonima


Cara Anonima,
molti sono i fattori che possono influenzare l’andamento delle mestruazioni e spesso le irregolarità sono correlate a oscillazioni ormonali che non devono necessariamente mettere in allarme, anche se è una buona pratica fare visite ginecologiche di controllo periodiche e segnalare allo specialista le irregolarità del ciclo che si protraggono per più tempo e che sono associate ad altri disturbi.
Tra le cause più frequenti di irregolarità del ciclo mestruale ci sono sicuramente una condotta alimentazione sregolata sia nell’eccesso che nel difetto. Essere sovrappeso comporta alti livelli di estrogeni che a causa dell’eccessivo peso corporeo spingono le ovaie a non ovulare. Così come essere sottopeso può rappresentare un problema. Il corpo infatti non è in grado di produrre abbastanza estrogeni. Anche una attività fisica portata ad una quantità esagerata o condotta a livello agonistico potrebbe portare ad un’irregolarità del ciclo. 
Ancora, come tu stessa accennavi un non corretto funzionamento della tiroide potrebbe incidere sull’assetto ormonale, in quanto un difetto o da un eccesso di ormoni tiroidei si associano generalmente ad una riduzione della fertilità, che nella donna si traduce in alterazioni del ciclo mestruale, in quanto difficoltosa potrebbe essere l’ovulazione. Gli stessi farmaci della tiroide, steroidi o antipsicotici possono influire sulla regolarità del ciclo.
Un altro fattore da non sottovalutare è lo stress fisico e psichico che innesca una serie di meccanismi su base ormonale che alterano il ritmo, la quantità e la durata del ciclo mestruale. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Questi potrebbero essere diversi spunti di riflessione, ma in una consulenza online non è possibile dare delle diagnosi precise perchè mancano degli strumenti diagnostici precisi e una anamnesi completa. Per questo riteniamo che possa essere maggiormente di aiuto confrontarti con il tuo medico di base o con il ginecologo per approfondire meglio questi sintomi ed avere maggiori e puntuali spiegazioni valutando insieme l’esame più idoneo per circoscrivere l’irregolarità.
Un caro saluto!