Facevo petting con il mio ragazzo senza preservativo...

Facevo petting con il mio ragazzo senza preservativo…

Salve,
Ho smesso da un mese e mezzo la pillola dopo 7 mesi di assunzione. Il primo ciclo dopo la sospensione mi è venuto dopo 38 giorni; adesso mi è capitato che il 14 giorno mentre facevo petting con il mio ragazzo senza preservativo, ci siamo strofinati con i nostri genitali, e per qualche secondo credo ci sia stata anche una penetrazione veloce che però ho interrotto subito per la paura . Adesso io ho il terrore di poter essere incinta a causa di questa sola penetrazione poiché ero al 14 giorno. mi dovrebbe arrivare il ciclo fra 2 settimane ma ho paura che non verrà. Lei pensa che sono a rischio gravidanza ? Anche perché mi hanno detto che dopo la pillola e’ più rischioso. E’ vero ? La prego mi aiuti..

Clara, 22 anni


Cara Clara,
affinchè avvenga il concepimento deve esserci un rapporto completo, con eiaculazione interna, durante il periodo fertile della donna. Non è facile individuare il periodo dell’ovulazione, soprattutto dopo l’interruzione della pillola anticoncezionale, perchè ci sono delle oscillazioni ormonali che possono far anticipare o posticipare sia l’ovulazione che il ciclo mestruale. Comunque non c’è stato un rapporto completo, ma i contatti sono stati per lo più esterni, quindi non ci sembra ci siano rischi significativi.
In genere entro i tre mesi successivi l’interruzione della pillola il ciclo torna ad essere più regolare o a riprendere le caratteristiche che aveva prima.
Quindi ti consigliamo di non preoccuparti eccessivamente se dovesse esserci un ritardo, perchè può avere cause diverse. Se dovessi avere un ritardo significativo puoi comunque contattare il ginecologo per una consulenza ed eventualmente puoi fare un test di gravidanza per toglierti ogni dubbio.
Per il futuro ti consigliamo di utilizzare comunque il preservativo fin dall’inizio del rapporto.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it