fotogallery

E se al posto della Luna ci fosse un pianeta?

ROMA – La Luna è un corpo celeste abbastanza grande.
Le sue dimensioni corrispondono circa ad un quarto della Terra, con una superficie maggiore di Plutone.
Se ruotasse intorno al Sole e non fosse attratta dalla gravità terrestre, sarebbe stata considerata quasi sicuramente un pianeta vero e proprio.
Ad una distanza di circa 386.000 miglia, la Luna occupa uno spazio nel cielo notturno di circa mezzo grado di larghezza.
Per pura coincidenza, è quasi esattamente la stessa dimensione che percepiamo del Sole, ed è per questo che di tanto in tanto possiamo ammirare le eclissi solari totali.
Ma cosa succederebbe se al posto della la Luna ci fosse un pianeta?
Dopo l’incredibile “ricostruzione” del cielo terrestre con altre stelle al posto del Sole (GUARDA QUI IL VIDEO), l’agenzia spaziale russa Roscosmos ha ricreato con un video il paesaggio notturno sostituendo al nostro satellite i pianeti del Sistema Solare.


MARTE
Marte

Che cosa vedremmo se dovessimo sostituire la Luna con Marte?
Il pianeta rosso è quasi esattamente il doppio delle dimensioni della Luna, quindi apparirebbe due volte più grande nel cielo della Terra. Sarebbe facile vedere ad occhio nudo i dettagli della superficie del pianeta che in precedenza erano visibili solo attraverso telescopi. Si potrebbero guardare le calotte di ghiaccio crescere e diminuire durante le stagioni, vedere sotto forma di polvere le tempeste che sovrastano il pianeta e distinguere tranquillamente la Vallis Marineris e il Monte Olimpo.

VENERE
Venere
Venere è circa tre volte e mezzo più grande della Luna. Sarebbe simile nel nostro cielo come la Terra apparve agli astronauti dell’Apollo, quando stavano camminando sulla superficie della Luna. Non ci sarebbe troppo da vedere, a parte quei variegati motivi nella densa, color avorio, copertura nuvolosa. (Sempre facendo finta, naturalmente, che Venere mantenesse ancora le stesse condizioni atmosferiche nell’orbita della Terra)
Sarebbe un oggetto sorprendentemente brillante, molto più luminoso rispetto alla nostra Luna. Non solo Venere riflette sei volte più luce della Luna,ma si estende su una superficie 40 volte più grande … così i cieli notturni sembrerebbero brillanti come la luce del giorno.

NETTUNO
Nettuno
Nettuno è quattordici volte più grande della Luna. Sarebbe simile ad un enorme palloncino blu nel cielo notturno. E dominerebbe anche il cielo diurno. A parità di condizioni del nostro satellite, un eclissi solare sembrerebbe durare per sempre. Una volta che il Sole è sparito dietro il bordo della “luna” la Terra sarà immersa nel buio per oltre un’ora e mezza.

URANO
Urano
Urano, che è quasi della stessa dimensione di Nettuno, fornirebbe una visione molto simile.

SATURNO
saturno
Saturno potrebbe essere uno spettacolo sorprendente. Quasi 35 volte più grande della Luna, questo globo d’oro coprirebbe quasi 18 gradi del cielo.
Dovremmo essere un po’ più lontani da Saturno rispetto al suo satellite Dione . In realtà, abbamo più probabilità di essere noi un satellite di Saturno più che il contrario.
Gli anelli si estenderebbero quasi da orizzonte a orizzonte.
Uno spettacolo meraviglioso.

GIOVE
Giove
Giove prevarrebbe su tutti. Quaranta volte più grande della Luna, Giove si estenderebbe per circa 20 gradi nel cielo. Apparirebbe anche un po’ diverso dalle foto telescopiche che siamo abituati a vedere. Così vicino non saremmo in grado di vedere i poli nord e sud del pianeta.
Per riuscire a visualizzare Giove al posto della nostra Luna, bisogna davvero usare la nostra immaginazione. Dal momento che saremmo alla stessa distanza da Giove come il suo satellite Io, la Terra sarebbe soggetto alle stesse sollecitazioni di marea causate dalla gravità immensa di Giove. Potremmo avere un panorama molto più vulcanico intorno a noi.
Ci potrebbero anche essere scarse possibilità per la vita se fossimo anche in mezzo al campo di radiazione mortale di Giove.
Meno male che abbiamo la Luna!

FONTE: i09