spettacolo

Cantagiro 2016: questa sera la finale internazionale a Fiuggi

cantagiroROMA – Tutto pronto al Teatro Comunale di Fiuggi dove questa sera ore inizieranno le finali internazionali del Cantagiro, una delle più note manifestazioni musicali di tutti i tempi.

Impegnati a darsi battaglia davanti a una giuria selezionatissima – tra cui spiccano i nomi del manager discografico Maurizio Raimo, del produttore musicale Rolando D’Angeli, del cantautore e Angelo Avarello, cantautore e direttore d’orchestra a Sanremo, Antonello Carozza, cantautore, pianista, arrangiatore e vocal coach – saranno ragazzi provenienti da diversi Paesi: dal Canada a Malta, dall’Africa alle Filippine.

La finale sul palco di Fiuggi alle 21

Anche per loro tanta emozione prima di salire sul palco per la finale internazionale di questa sera dalle 21.00 e una regola da rispettare per la presentazione del brano in gara. Requisito indispensabile sarà, infatti, anche per questi giovani talenti, la presentazione di un pezzo inedito, ma in questo caso il regolamento vuole che, a prescindere dalla lingua con la quale è scritto, contenga almeno quattro parole in italiano. “Un modo come un altro – ha ricordato Elvino Echeoni, direttore generale della manifestazione – per avvicinare concretamente le generazioni più giovani che non vivono nel nostro paese alla nostra lingua, magari riuscendo a fargli apprezzare la musicalità che la contraddistingue. Troppe volte, purtroppo, si dimenticano le origini: è quanto avviene per le seconde o le terze generazioni di italiani cresciuti all’estero. In questo modo tanti nipoti di emigrati troveranno uno stimolo per avvicinarsi o riavvicinarsi alla nostra cultura”.

Sabato l’elezione del vincitore assoluto dell’edizione 2016

Sabato 8, sempre dalle 21.00 e sempre sullo stesso palco, si sfideranno, invece, i concorrenti in gara per il titolo di vincitore assoluto dell’edizione 2016 del Cantagiro, “una manifestazione – come è tornato a spiegare nei giorni scorsi il patron della manifestazione, Enzo De Carlo – che è una pietra miliare nel panorama della musica leggera italiana e che si propone un ambizioso obiettivo: aiutare nuovi talenti a emergere attraverso una competizione garbata, riportando la musica dal vivo nelle piazze e coinvolgendo il pubblico. Davvero una bella scommessa, nell’epoca dei talent show televisivi”.