attualita

Il post di questa ragazza, sarà una grande ispirazione per coloro che hanno sofferto di disordini alimentari

Roma – Decidere di pulire il vostro armadio, potrà finire solo in due modi. Nel primo caso, potreste trovare tantissime cose di cui non ricordavate nemmeno l’esistenza, la seconda ipotesi, è che potreste trovare tantissime cose di cui non ricordavate nemmeno l’esistenza e che per altro, non vi entrano più.

Dopo il cambio di stagione, questa ragazza ha deciso di condividere la sua esperienza in un Ispiring post su Instagram. Nel post, Lucy Litman, racconta di come stava pulendo il suo armadio quando ha trovato quello che era uno dei suoi abiti preferiti e di come, decidendo di indossarlo, ha scoperto che non le entrava più.

Nel post, Lucy spiega quanto abbia riflettuto ultimamente sul suo aspetto fisico, soprattutto dopo che un suo amico l’ha accusata di essersi lasciata troppo andare e di mangiare fin troppo pane. Questa cosa, ha ferito molto Lucy, soprattutto perché anni fa aveva sofferto di disordini alimentari che la portavano a controllare il suo peso ben cinque volte al giorno.

Lucy, scrive: “Questa restrizione alla mia felicità e alla mia vita, ha portato alla fine di molte amicizie e relazioni perché stavo sempre da sola, in modo tale che non dovessi uscire e vedere del cibo o gente che mangiava”. Lucy comunque, nonostante il suo vecchio vestito non le entri più, ha deciso di rifiutarsi categoricamente di tornare a quel tipo di vita. Dopo tutto quello che ha passato, la ragazza è diventata una ‘body positive blogger’.

“Sono felicissima di poter dire che ora ho una relazione davvero sana con il cibo, ma a tutti coloro che solo lì fuori e stanno soffrendo, vorrei dire che quello che leggete sulla bilancia è solo un numero, quello che è importante è essere amati e stare bene con sé stessi,” ha continuato Lucy nel suo post. Il post di Lucy, ha ricevuto più di 3,000 like e tantissimi commenti di persone che la incoraggiano ad andare avanti e la ringraziano per il suo supporto.

Fonte metro.co.uk

closet cleaning reflections: here’s a picture of me in my favorite dress from 3 years ago. It’s a size 2 and doesn’t even come close to zipping right now. Lately, I’ve been thinking a lot about my body image and health, after a “friend” told me that I’ve let myself go and should stop eating so much bread. I don’t really talk about this much (or ever publicly) but I struggled with an eating disorder all throughout high school and college and was in and out of different therapies and centers. I used to weigh myself 5 times a day and the number I saw would dictate my happiness and the activities I “allowed” myself to do. This restriction on my own happiness and life ended a lot of friendships and relationships because I’d isolate myself at home so I didn’t have to be around food. A lot of my work that I share here is inspired by this experience – food wasn’t always a happy thing for me, and for many friends and family food still isn’t fun – so I’m hoping to show a more playful side to what we eat and get people thinking about colors, shapes and textures instead of calories or how much exercise they’ll have to do to burn it off. I’m happy to say that I now have the healthiest relationship with food I’ve ever had, but to all of you out there who are still struggling, know that you’re more than a number and that having a thigh gap is irrelevant (and physically impossible for some people’s bone structure), but most importantly that you are not alone and are loved 💕

Un post condiviso da lucy litman (@lucialitman) in data: