Devilman CryBaby, disponibili tutti gli episodi su Netflix

ROMA – Disponibili da oggi su Netflix tutti gli episodi di Devilman Crybaby, il nuovo anime ispirato al capolavoro di Go Nagai.

伝説のコミックが過激に甦る!『DEVILMAN crybaby』PV第3弾

Il nuovo anime è un adattamento fedele al manga originale, piuttosto che un reboot della serie culto degli anni ’70.
Così, per la prima volta il finale cartaceo ha una trasposizione animata, fino ad oggi mai realizzata.

Devilman Crybaby è una celebrazione del creatore di Devilman, Go Nagai, che quest’anno festeggia i 50 anni da professionista.
Meakashi Polikichi, la sua prima opera, risale infatti al 1967.

Devilman ha celebrato nel 2017 i 45 anni dal debutto sia del manga che dell’anime, rilasciati entrambi nel 1972.

Devilman Crybaby – Sinossi

Devilman Crybaby

Il protagonista Akira Fudo sente dal suo migliore amico Ryo Asuka che i demoni rinasceranno per reclamare il mondo.
Poiché gli esseri umani non hanno alcuna possibilità contro il potere dei demoni, Ryo suggerisce all’amico di fondersi con un demone, il potente Amon.
Akira diventa quindi Devilman, un essere con il potere di un demone e il cuore di un essere umano.

Devilman Crybaby è diretto Maasaki Yuasa (Mind Game, Ping Pong The Animation) e prodotto dallo studio di Yuasa Science SARU.
Lo script è di Ichirō Ōkōchi (Code Geass: Lelouch of the Rebelilon), con musiche di Kensuke Ushio (Ping Pong The Animation).

Devilman

Go Nagai ha iniziato la serializzazione del manga di Devilman nel 1972, sulla rivista Weekly Shōnen Magazine di Kōdansha e raccolto in 5 volumi.
Dall’opera sono stati tratti diversi sequel e spin-off, oltre ad un adattamento anime, 2 OAV, un film live action e un videogioco.

La serie animata prodotta da Toei Animation e Dynamic Planning fu trasmessa in Giappone nel 1972, per un totale di 39 episodi.
Arrivò in Italia nel 1983, diventando uno degli anime più trasmessi sulle tv locali.
L’adattamento animato non segue il manga originale: la storia è stata riscritta e resa meno cruda, perdendo il lato puramente horror e a tratti splatter dell’opera cartacea.

Per sopperire a questa mancanza, oltre un decennio dopo sono stati prodotti due OAV, che hanno cercato di mantenere una linea più fedele al manga.

Nel 2004 è stato realizzato un live action giapponese di Devilman.
Il film non riscosse l’approvazione del pubblico, che ne apprezzò, perlomeno, la cura degli effetti speciali.

DEVILMAN – sigla italiana

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it