Ho paura che l’anello nuvaring sia in una posizione sbagliata…

Buonasera. Stasera ho inserito l’anello anticoncezionale nuvaring con il mio ragazzo. Ero molto agitata e lo sono tutt’ora, perché é la prima volta che uso un metodo contraccettivo. Dopo averlo inserito tramite apposito applicatore, ho provato a toccarlo con le dita e lo sentivo benissimo, nel senso che riuscivo a prenderlo fra due dita. Pur avendo il ciclo,  ho avuto un rapporto completamente protetto con il mio fidanzato (tra l’altro, a causa della mia ansia, ho deciso di avere rapporti completamente protetti
da preservativo per tutta la durata del mese) e una volta finito, per sicurezza, ho provato a ritoccarlo, ma mi sono spaventata tantissimo, perché pur spingendo le dita non lo trovavo. Entrando fino in profondità
l’ho ritrovato ma invece di tranquillizzarmi mi sono agitata ancora di piu, perché faccio fatica a prenderlo fra le dita, mi sembra troppo profondo e ho paura che sia in una posizione sbagliata. Lo sento come se fosse incastrato. É normale? É stato il pene del mio ragazzo a sistemarlo cosî?
Va bene lo stesso? Ho molta paura.

Chiara


Cara Chiara,
così come suggerito dal bugiardino è consigliato tenere l’anello fra il pollice e l’indice per facilitare l’inserimento del contraccettivo in vagina. Una volta che NuvaRing non ci dovrebbero essere interferenze se da fastidio lo si può spingere ulteriormente. Molte donne si preoccupano della corretta posizione che assume l’anello una volta immesso: in realtà, la posizione precisa ed esatta non esiste, poiché l’elasticità del dispositivo permette all’anello di aderire perfettamente alle pareti vaginali, garantendo l’efficacia anticoncezionale.
Ad ogni modo, generalmente, l’anello viene collocato in prossimità della cervice ed è “bloccato” dalle pareti che ne impediscono l’espulsione spontanea, (evento piuttosto raro, seppur possibile nei primi mesi d’utilizzo).
È bene puntualizzare che il posizionamento dell’anello, più basso o più alto, non incide in alcun modo sull’efficacia anticoncezionale, essendo il lento rilascio ormonale garantito costantemente. Quindi l’esatta posizione all’interno della vagina non è determinante per l’efficacia contraccettiva, purchè l’anello sia completamente inserito in vagina. Magari quando si accorge che fuoriesce deve cercare di spingerlo più in alto possibile. Per non essere compromessa l’efficacia dell’anello non deve superare le 3 ore fuori la vagina.
Durante l’intervallo di una settimana in cui l’anello viene rimosso dovrebbe verificarsi quella che viene chiamata “emorragia da sospensione“, un sanguinamento vaginale che si manifesta in genere dopo 2 o 3 giorni dalla rimozione dell’anello, simile alle mestruazioni.  Il nuovo anello andrà riposizionato dopo una settimana esatta dalla rimozione (sempre lo stesso giorno e sempre alla stessa ora), anche in presenza di sanguinamento. Solo con il primo utilizzo dell’anello, e solo durante la prima settimana, si consiglia di utilizzare come metodo contraccettivo in aggiunta anche il preservativo per assicurare la protezione da gravidanze indesiderate. 
Stai tranquilla hai seguito tutte le procedure nella maniera più corretta.
Un caro saluto!