Volevamo rifarlo ma ha avuto un problema di erezione e ci siamo fermati...

Volevamo rifarlo ma ha avuto un problema di erezione e ci siamo fermati…

Buonasera, scrivo in un orario un po’ strano, ma lo faccio perché ho appena passato la serata con il mio fidanzato e abbiamo discusso di un problemino che non lo fa stare tranquillo, soprattutto nei miei confronti. Cerco di spiegarvi quale sia il problema: io e il mio fidanzato facciamo l’amore da mesi, siamo in sintonia e va tutto bene tra di noi. Ma oggi, dopo che lo abbiamo fatto la prima volta, nel momento in cui volevamo rifarlo lui ha avuto un problema di erezione e ci siamo fermati. Abbiamo parlato un po’, e mi ha detto che é un problema che ha spesso ultimamente e lo mette molto a disagio. Io in effetti l’ho  notato, ma non gli ho mai detto niente perché non gli ho dato  peso. Invece lui mi ha detto che é una cosa della quale si vergogna molto, perché dice che nel momento in cui io ho molta voglia, ce l’ha anche lui ma fisicamente non riesce ad avere un’erezione, o se ce l’ha dura poco. Si sente in colpa e ha paura che io ci possa rimanere male, che io possa pensare che non lo eccito tanto o addirittura che lui mi abbia “usata” solo per, scusatemi il termine, “svuotarsi”. So che non è nulla di
tutto ciò, e che semplicemente può succedere, e per questo ho cercato di tranquillizzarlo, dicendogli che se continua a pensare di non riuscire è ovvio che non ci riesca davvero, perché è distratto e ha “ansia da prestazione”. Mi dispiace vederlo così,  e vorrei capire come fare per
risolvere questo problemino. È un periodo in cui siamo molto stanchi e stressati, abbiamo poco tempo da passare insieme e siamo sempre di corsa. Il suo problema potrebbe essere ricondotto a questo stress? Il fatto che lui abbia paura di fallire può centrare qualcosa con il suo problema?
Grazie in anticipo

Anonima


Cara Anonima,
l’erezione risente di molto fattori : stato fisico della persona (condizioni che prevedono cali di energie e spossatezza) , fluttuazioni ormonali e non ultimo come anche tu hai notato, ci sono anche fattori psicologici.
E’ normale che ci siano momenti in cui la tonicità viene meno e che si creino delle difficoltà nel portare a termine un rapporto sessuale. Ci sembra importante dirti che il più delle volte non è necessario allarmarsi e che tale condizione tende a risolversi spontaneamente.
A volte la mente agisce un controllo importante sul nostro corpo inibendo alcune attività che generano piacere.
L’atto sessuale e nello specifico l’eiaculazione implica il lasciarsi andare mettendo da parte la razionalità e il pensiero (almeno in parte). In alcuni momenti questo non è possibile e le motivazioni possono essere molteplici (preoccupazioni relative alla vita personale o lavorativa ad esempio).  Molto spesso ci scrivono ragazzi, con esperienze pregresse, i quali non riescono a capire perché risulta difficile lasciarsi andare o mantenere un’erezione nonostante razionalmente desiderino avere quel rapporto e stringere quel legame attraverso l’atto sessuale. Il più delle volte non si tratta di nessun problema fisiologico ma deriva piuttosto da preoccupazioni, timori sottesi che difficilmente arrivano alla coscienza e che inibiscono automaticamente la funzionalità sessuale. Questo meccanismo è presente anche nella donna ma ovviamente nell’uomo risulta più visibile.
Se il tuo ragazzo sente la necessità di approfondire tale condizione può rivolgersi ad uno specialista, l’andrologo, il quale saprà fornirgli maggiori indicazioni.
Molti ragazzi riferiscono di avere fastidio nell’indossare il profilattico ma oggi ci sono tante tipologie sul commercio mirate proprio a migliorarne il confort. Il più delle volte il senso di “costrizione” avvertito è più simbolicamente la condizione psicologica di aspettativa di cui sopra parlavamo (una volta indossato si è consapevoli che bisogna portare a termine il rapporto).
Alcune volte si può innescare un circolo vizioso: nel momento in cui si teme di non poter mantenere un’erezione, ricordando situazioni passate, automaticamente si verifica tale fenomeno. 
Il nostro suggerimento è quello magari di dare anche maggiore spazio alle coccole e ai preliminari, senza alcuna aspettativa di raggiungere quell’obiettivo.
E’ necessario ritrovare la serenità nell’intimità di coppia anche semplicemente attraverso la scoperta reciproca del corpo. Parlarne insieme anche se immaginiamo possa destare vergogna è importante perché aiuta a sciogliere le paure e le aspettative.
Vedrai che, ritrovata questa armonia, sentirete il momento giusto arrivare.
Speriamo di averti fornito spunti di riflessione utili.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it