La Momo Challenge è un fake e YouTube prende le distanze

La bufala della Momo Challange è nata come leggenda metropolitana su reddit

E’ una bufala virale la Momo Challange, il gioco online che avrebbe cercato di portare i bambini a compiere atti di autolesionismo. Ma, proprio come si dimostrò il Blue Whale, si è rivelato un fake.
A portare alla luce la bufala sono stati diversi media autorevoli, come il The Atlantic.
La bufala della Momo Challange è nata come leggenda metropolitana su reddit, ma fu un giornale indonesiano ad attribuire a questa sfida social (inventata di sana pianta, ricordiamo) la morte di una ragazza.
Descrivere in cosa consista la sfida è difficile, proprio perché non esiste nulla di documentato. Si parla di istruzioni ricevute su WhatsApp o su Facebook combinate con immagini sgradevoli, che incoraggiano i bambini a comportamenti pericolosi.
Laa verità è che non esiste alcuna Momo Challange.

     Visualizza questo post su Instagram         

MOTHER-BIRD by #LinkFactory/#KeisukeAisawa (2016, #MixedMedia #SFX #Sculpture) #BetweenMirrors ƑØLLØᙛ ► @Between.Mirrors ► @Mirror.Haus

Un post condiviso da 𝐁𝐄𝐓𝐖𝐄𝐄𝐍 𝐌𝐈𝐑𝐑𝐎𝐑𝐒 (@between.mirrors) in data:

Adesso che molti media stanno cercando di arginare le paure dei genitori di tutto il mondo, anche YouTube si è mosso e ha preso provvedimenti.
Ogni video in cui è presente Momo (la cui immagine è stata presa da una scultura dell’artista di Keisuke Aisawa) non sarà monetizzato.

We want to clear something up regarding the Momo Challenge: We’ve seen no recent evidence of videos promoting the Momo Challenge on YouTube. Videos encouraging harmful and dangerous challenges are against our policies.

— YouTube (@YouTube) 27 febbraio 2019

2019-03-01T15:27:12+01:00