Roma, al liceo Ripetta 'Movimenti inclusivi': arte, teatro e integrazione

Roma, al liceo Ripetta ‘Movimenti inclusivi’: arte, teatro e integrazione

Il 20 dicembre l'evento conclusivo del progetto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Educativo, formativo, artistico e sociale: sono le parole chiave che descrivono il progetto ‘MoviMentInclusivi’, a cura del liceo artistico ‘Via di Ripetta’ di Roma, rivolto agli studenti delle classi terze, quarte, quinte e ai loro genitori. A partire dai temi dell’integrazione e dell’inclusione, visti in chiave artistica, sono stati attivati otto laboratori tenuti da otto professionisti. Il progetto, partito il 20 settembre, si concluderà il 20 dicembre con una performance drama allo ‘Spazio diamante’ di Roma e una mostra fotografica all’interno dell’istituto.

L’obiettivo è permettere agli studenti di acquisire strumenti di autovalutazione, far crescere la loro sicurezza e cercare di superare il limite che si pongono nell’esplorare nuove possibilità. Fa paura essere esclusi, non essere accettati e non sentirsi all’altezza. Fa ancora più paura superare il pregiudizio che influenza il nostro quotidiano, soprattutto in età adolescenziale. I ragazzi, insieme agli insegnanti, hanno superato queste paure dando spazio alla loro personalità, e mostrandosi sensibili e originali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it