Chieti, preside Ic De Petra: "Esame terza media rito importante"

Chieti, preside Ic De Petra: “Esame terza media rito importante”

Intervista alla dirigente Serafina D'Angelo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sull’esame di terza media, con i consigli di classe in piattaforma abbiamo deciso di non limitarci alla semplice consegna di una tesina, non ci piace che gli studenti vengano lasciati andare così, quindi faremo comunque un colloquio orale a distanza su piattaforma in modo da consentire agli studenti e alle studentesse di raccontare il loro percorso”.

Sono queste le parole che la dirigente scolastica dell’IC ‘De Petra’ di Casoli, in provincia di Chieti, sceglie per raccontare la decisione dell’istituto di affiancare alla consegna del lavoro multimediale per l’esame di licenza media anche una prova orale in piattaforma.

“L’esame di terza media è un rito di passaggio, i riti hanno la loro importanza e vogliamo che i ragazzi e le ragazze ne abbiano traccia”, ha sottolineato.

La preside ha poi commentato anche l’ipotesi di tornare a scuola con un’alternanza tra didattica in presenza e da remoto:

“Pare che questa modalità sia pensabile solo per li studenti più grandi- ha detto D’Angelo- quindi per i più piccoli si penserà alla didattica outdoor, all’aperto, sfruttando gli spazi dei comuni e delle scuole. Un’ipotesi accattivante, mi piace molto, c’è da capire come coniugarla con la sicurezza e la responsabilità del dirigente e dei docenti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it