Amber Heard verso il nuovo Pirati dei Caraibi orfano di Johnny Depp

Secondo i rumors, l'attrice sarebbe in trattative per il reboot al femminile del film
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Oltre il danno la beffa. Amber Heard sarebbe sul passo di rubare un ruolo da protagonista nel nuovo Pirati dei Caraibi, un reboot al femminile che vedrebbe la storia incentrarsi su una piratessa. Il film, quindi, dovrebbe escludere – anche per volontà della Disney – la presenza di Jack Sparrow e del suo interprete, Johnny Depp.

pirati dei caraibi 6

Secondo crescenti rumors, l’ex moglie del divo di Hollywood sarebbe in trattative con la produzione della pellicola per ottenere un ruolo. Nel cast è confermata Margot Robbie, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Christina Hobson. Dopo il successo poco convincente de La vendetta di Salazaar, insomma, si starebbe pensando a un cambio di rotta per soddisfare la volontà di continuare la saga e allo stesso tempo ravvivare la storia.

Una petizione per “salvare” Jack Sparrow

L’assenza di Johnny nel film numero 6, però, pesa; almeno per i fedelissimi fan dell’attore, silurato anche da Animali Fantastici 3, come si può leggere QUI. Su Change.org, infatti, è nata una petizione che attualmente ha superato le 350mila firme: i sostenitori di Depp chiedono di annullare il licenziamento della star e inserire nella pellicola il personaggio che ne ha fatto la sua fortuna.

Johnny Depp visita Disneyland

Nelle settimane le scorse, gli stessi fan hanno aperto un’altra petizione per chiedere, invece, la rimozione di Amber Heard dal sequel di Aquaman, che la vedrà ancora una volta tra i protagonisti. Il primo film sul supereroe marino – per chi se lo fosse perso e fosse curioso di vederlo – andrà in onda il 15 dicembre nella prima serata di Canale 5. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it