Da Mecna a Venerus, svelata la line up di Ferrara sotto le stelle

Il festival è in programma dal 30 giugno al 4 luglio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un festival rinnovato, immerso nel verde urbano di una straordinaria città d’arte, che guarda al futuro con uno sguardo più attento alla sostenibilità, all’innovazione e all’inclusività. Fra le primissime realtà italiane a confermare la ripartenza, torna dal 30 giugno al 4 luglio Ferrara Sotto le Stelle, lo storico festival giunto alla XXV edizione e che dal 2020 vede la direzione artistica di Corrado Nuccini.

Svelata la line up

Mercoledì 30 giugno

  • Il festival si apre con la prima tappa di uno dei tour più attesi della stagione: quello di IOSONOUNCANE, che porta sul palco il suo nuovo album “Ira”. Un’opera monumentale alla quale Jacopo Incani ha lavorato per cinque anni, scrivendo e arrangiando ogni singola parte, nota, accento e delineando la sua figura di compositore e arrangiatore, andando ben oltre quella di cantautore e producer. Il risultato è un meraviglioso paesaggio sonoro, fitto e sconfinato, in cui si intrecciano elettronica, psichedelia, echi del Maghreb e reminiscenze jazz.
  • Ad aprire il concerto Vieri Cervelli Montel, promettente e ispirato musicista di base a Firenze.

Giovedì 1° luglio 

  • È la volta degli Shame, uno dei gruppi che negli ultimi anni ha ridato vigore alla scena post-punk britannica: il quintetto di South London arriva a Ferrara nel suo primo live italiano nel 2021 per presentare “Drunk tank pink”, il loro secondo album uscito a gennaio 2021 e prodotto da James Ford (Arctic Monkeys, Foals, Florence and the Machine, Depeche Mode, fra gli altri). Un disco potente, ruvido e irrequieto, audace e ambizioso, che respira quell’aria sospesa di un Paese travolto dalla Brexit e dalla pandemia.
  •  Insieme a loro i Massimo Volume, band che ha fatto la storia della musica alternativa italiana con la sua originale miscela di voce, parlato e trame post-punk. 

Venerdì 2 luglio

  • Protagonista La Rappresentante di Lista, band nata dall’incontro tra la cantante Veronica Lucchesi e il polistrumentista Dario Mangiaracina, reduce dal successo della partecipazione al Festival di Sanremo 2021 con Amare e del suo nuovo album “My Mamma”: un disco libero, fluido, accogliente e contaminato dalla creatività di quella che inizia a prendere la forma di un vero e proprio collettivo artistico.  
  • In apertura i Post Nebbia, band padovana che con il suo ultimo album “Canale Paesaggi” si è conquistata un posto d’onore nella scena indipendente nostrana.

Sabato 3 luglio

  • Il Parco Massari ospita invece Mecna, una delle voci più importanti della scena rap italiana, capace di raccontarsi in modo intimo e personale attraverso produzioni eleganti, caratterizzate da tappeti elettronici e atmosfere soffuse che unite alle liriche autobiografiche ma mai autoreferenziali creano uno stile inedito e inconfondibile, come ha dimostrato ancora una volta nel suo ultimo successo discografico “Mentre Nessuno Guarda” e nei recenti singoli “Soli” e “Mille Cose“. 
  • Prima di lui salirà sul palco Generic Animal, al secolo Luca Galizia, per presentare il suo “Presto”: un disco che è un romanzo di formazione in musica di una generazione liquida, creato con sincerità e libertà assolute, usando la lingua italiana in modo iper-creativo.

Domenica 4 luglio 

  • Il festival si chiude con Venerus. Artista milanese eclettico e raffinato, capace di dare vita a un sound caleidoscopico e impossibile da etichettare, porterà dal vivo le atmosfere oniriche di “Magica Musica”, il suo primo disco, che conduce in un viaggio spazio-temporale tra soul, r’n’b ed elettronica, sfociando nel linguaggio del pop in modo del tutto inedito e che è riuscito a incantare pubblico e critica. 
  • In apertura, Laila Al Habash, cantautrice italo-palestinese classe 1998 che con il suo Ep d’esordio “Moquette”, prodotto da Stabber e Niccolò Contessa, si è affermata come uno dei nomi più promettenti del panorama musicale italiano.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it