blink-182, Mark Hoppus aggiorna i fan sulle condizioni di salute

"Sono allo stadio 4, il più alto possibile", ha dichiarato il bassista e fondatore della band

Mi sottoporrò a un esame attraverso cui saprò se vivrò o morirò”. Così nei giorni scorsi Mark Hoppus ha raccontato sui social la sua battaglia contro il cancro, un linfoma di tipo B. Anche se “fa schifo e sono spaventato” il bassista e fondatore dei blink-182 si sente fortunato per essere circondatore da persone che lo stanno aiutando a superare questo momento difficile. “Sono determinato a prendere questo cancro a calci“, ha sottolineato il musicista 49enne. 

MARK HOPPUS DEI BLINK-182 AGGIORNA I FAN SULLA SUA SALUTE

Sono allo stadio 4, il più alto possibile. Ma resto ottimista, ha detto Mark Hoppus nell’ultimo video pubblicato per i fan. Con la chemioterapia “ho la sensazione di essere uno zombie che è stato colpito da una scarica elettrica – ha proseguito – un effetto collaterale che fa davvero schifo è che dimentichi delle cose che dovresti ricordare, come i nomi delle persone o i titoli delle canzoni“. Il musicista è in attesa del risultato di un test effettuato a marzo attraverso cui saprà se la cura sta funzionando: “Se tutto va bene mi chiameranno e mi diranno: ‘complimenti, non dovrai più pensare al cancro per il resto della tua vita’”, ha aggiunto il bassista dei blink-182.

 

2021-07-17T12:48:09+02:00