Roman Pastore, l’orologio fa il politico?

Sul web impazza la storia del ragazzo con il Rolex

Ai ventenni piace la politica e alcuni di loro provano a candidarsi. Della loro voce, a nostro avviso, c’è davvero un gran bisogno. Dove sono, che scuole frequentano (va bene anche quella della vita!) vogliamo saperlo. Cos’hanno da dire e perché vogliono farlo è certamente ciò che merita più attenzione. Abbiamo appreso della notizia di un ventunenne in lista per le elezioni municipali, a Roma, dai social. Ma non è successo per una brillante campagna sopra le righe e nemmeno perché la voce della generazione Z viaggia sul web alla velocità della luce.

Roman Pastore Azione

Lui è Roman Pastore e per ancora qualche settimana (forse) sarà ricordato come ‘il ragazzo col Rolex’.

È candidato con Azione di Carlo Calenda per il III Municipio e un suo selfie a Ponte di legno (dov’era con altri 400 coetanei per la scuola di formazione politica di Renzi) ha fatto il giro del web. Colpa di un costosissimo orologio di lusso, non un Rolex ma un Audemars Piguet!

Può essere sconveniente per un giovane candidato indossare un accessorio che ‘rivendica’ inconfutabilmente l’appartenenza a uno status?! Nonostante Roman abbia voluto (e dovuto) chiarire che si trattasse di un ricordo del padre scomparso, la cosa ha smosso coscienze​: sono tanti (forse troppi) i commenti​ politic​i​​ e di opinione pubblica. Su Twitter la saga #RomanPastore è avvincente e a tratti esilarante. La risposta dunque è implicita: sì, l’abito fa il monaco, soprattutto in Politica e soprattutto ‘sotto elezioni’. I più determinati sono andati a ‘scrutare’ nel vissuto del giovane Pastore e sì​,​ hanno trovato conferme di una narrazione social di uno stile vita decisamente distante da quello più popolare.

Ci sono ventenni e ventenni insomma: quelli ricchi, quelli radical chic e quelli del Global Strike For Future o dei centri sociali o magari dell’Azione Cattolica. Ma qual è la differenza tra loro? Sono davvero così divisi e distanti come siamo portati a credere? Vogliamo sperare di no, ma certamente di pari passo con l’azione politica c’è l’altrettanto importante capitolo della ‘comunicazione politica’. L’invidia sociale esiste come esiste anche ‘l’invidia’ politica. 

Non sempre per i ventenni c’è spazio, è raro trovarli nelle liste elettorali. Eppure dei ventenni – dicevamo – ce n’è un gran bisogno. La passione politica di chi muove i primi passi alle prese con medie o grandi sfide può battere anche il tweet più tagliente. Ingenuità e paura possono invece alimentare un dibattito che non esiste. Noi siamo con Roman e con tutti quei giovani che tentano di farsi strada in posti apparentemente distanti dalla loro cultura ma dove in realtà si decide per il loro futuro. ​Ora però Roman ti aspettiamo in redazione: vogliamo sapere tutto sulla tua candidatura!

2021-09-06T14:16:29+02:00