Riviera International Film Festival, 130 studenti animeranno la manifestazione

I giovani protagonisti del grande cinema (in presenza)

Tutto è pronto per la sesta edizione del RIFF – Riviera International Film Festival, in programma dal 10 al 15 maggio a Baia del Silenzio a Sestri Levante, in Liguria. La kermesse torna nella sua formula originaria di sei giorni completamente in presenza tra proiezioni, masterclass, incontri aperti al pubblico ed eventi speciali per (ri)tornare a vivere il cinema in tutta la sua magia.

Quest’anno abbiamo scelto di percorrere una strada più eterea, in quanto crediamo che tutti noi abbiamo bisogno di luce, leggerezza, energia positiva e magia; perché solo guardando il futuro attraverso questa lente possiamo sentirci parte di qualcosa di superiore a noi stessi. Il festival sarà interamente dal vivo, e non vediamo l’ora di rivedere il nostro pubblico e presentare gli ospiti del RIFF 2022. Da parte nostra l’impegno è sempre lo stesso: mantenere alta la qualità di film, eventi collegati e ospiti, alimentando quella scintilla di irriverenza che serve a ribellarsi agli schemi consolidati, a cui è diventato troppo facile, e comodo, abituarsi. Ci saranno sorprese e alcune faranno discutere, come sempre deve fare un film festival che stimoli la mente e non solo gli occhi“, ha dichiarato il presidente del Riviera International Film Festival, Stefano Gallini Durante.

Due i concorsi principali, uno con 10 pellicole di registi under 35 provenienti da tutto il mondo, a cui si affianca quello che vede protagonisti 10 documentari a tema della tutela dell’ambiente, uno dei temi portanti della manifestazione. Opere che porteranno una visione del mondo al femminile, essendo dirette, in entrambe le sezioni, prevalentemente da registe donne, molte delle quali presenti al festival per presentarle.

Confermate tre masterclass di assoluto prestigio. Si parte con quella tenuta dal Maestro Dante Spinotti, direttore della fotografia pluricandidato agli Oscar, per una riflessione sul linguaggio visivo del cinema che corrisponde alla grammatica di un film. La seconda vede protagonista Joan Bergin, tra le più importanti costume designer al mondo, vincitrice di 3 Emmy Awards per la serie cult The Tudors, durante la quale saranno anche presentati dal vivo alcuni costumi di scena tra i più significativi della sua carriera e mostrato il modo in cui sono stati confezionati. Si conclude con il regista e attore Premio Oscar Casey Affleck. Nella sua masterclass, dal titolo Arrendersi: mai arrendersi, parlerà del personale e particolarissimo approccio alla recitazione, vista come un processo di autolesionismo ma anche di autoguarigione personale.

In riviera arriverà anche Alessandro Gassmann nella doppia veste di scrittore e regista, presenterà infatti al pubblico il suo libro Io e i #GreenHeroes. Perché ho deciso di pensare verde e l’ultimo film da lui diretto, Il silenzio grande, vincitore di due Ciak d’Oro. Nils Hartmann (EVP Sky Studios Germany & Italy) intervisterà Gabriele Muccino, svelando tutto quello che c’è dietro la serie tv di successo A casa tutti bene, tratta dall’omonimo film.

Saliranno sul palco del RIFF per raccontarsi agli spettatori anche uno tra gli attori italiani più amati, Luca Zingaretti, e ancora, Paolo Ruffini, che presenterà in anteprima immagini del suo ultimo film da regista Ragazzaccio e l’istrionica Chiara Francini, protagonista non solo al cinema ma anche del teatro e della tv. Con Benedetto Habib, Ceo di Indiana Production, si parlerà della situazione della produzione cinematografica in Italia.  Seppur non direttamente coinvolta, non si potrà non pensare per un attimo al dramma della guerra in atto con Anna Safroncik, attrice originaria di Kiev che grande successo ha avuto in Italia. Così come con la regista ucraina Masha Kondalova, che arriverà a Sestri Levante per presentare, fuori concorso il suo documentario Inner Wars, che racconta la storia di tre donne soldato al fronte contro i separatisti russi.  Da segnalare, anche il documentario prodotto da Alfonso Cuaron e diretto dall’italiano Riccardo Romani, Hands of God, la vera storia della squadra nazionale di box irachena.

Sarà per molti un tuffo negli Anni 90 quello con Donna D’Errico, interprete di una delle serie più cult di quegli anni: Baywatch. L’attrice americana sbarcherà al RIFF per presentare, fuori concorso e in anteprima mondiale, il suo ultimo film, Frank & Penelope. Insieme a lei, Caylee Cowan una delle giovani attrici emergenti più quotate di Hollywood. Non solo cinema a Sestri Levante, appuntamento con il leggendario attivista per l’ambiente e fondatore di Tree People Organization Andy Lipkis che, nel suo talk, parlerà di come rendere le città sostenibili per il futuro. Attesissimo anche l’incontro con la giornalista e scrittrice Rula Jebreal dal titolo Democrazie e Diritti Umani: le guerre e i dittatori sono la minaccia esistenziale per il nostro futuro.

Ad animare la manifestazione anche 130 studenti della Accademia09 che seguiranno tutto il festival, partecipando a proiezioni, incontri, talk e masterclass. Proprio tra di loro – attraverso un concorso su Instagram in cui dovevano creare delle stories sul tema Find your magic. Change the world, leadline del festival – è stata selezionata una Giuria di cinque studenti, che assegnerà il premio speciale Student Award.

Il ritorno alla formula tradizionale dei sei giorni in presenza premia i sacrifici fatti negli ultimi due, difficilissimi anni, nei quali solo l’impegno e la dedizione del nostro staff, la passione del pubblico ed il sostegno degli sponsor hanno consentito al Riviera International Film Festival di superare in piena salute la pandemia. Rieccoci qui, dunque, ancora più forti e determinati ma con lo stesso spirito indipendente di sempre, pronti ad abbracciare, come ogni anno, i grandi protagonisti del cinema mondiale e ad offrire una vetrina internazionale ai talenti emergenti“, ha sottolineato Vito D’Onghia, direttore esecutivo del RIFF.

2022-04-29T16:51:28+02:00