Non è mia intenzione dire a mio del tradimento, ma se fossi sicura che il figlio non fosse il suo glielo direi...

Non è mia intenzione dire a mio del tradimento, ma se fossi sicura che il figlio non fosse il suo glielo direi…

Cara Anonima,
capiamo che il problema sta nel fatto di non sapere e che questo non fa che amplificare la tua ansia, ma spetta solo a te decidere se andare a fondo alla questione o portare avanti la decisione presa, tendendo sempre presente che altre variabili (come la somiglianza, il gruppo sanguigno, etc…) potranno darti un ulteriore prova della sua paternità.
Infine, di solito i fori nel preservativo sono ben visibili a occhio nudo, quindi riteniamo che non ci sia motivo di preoccuparsi ulteriormente.
Il punto, purtroppo, sta nel fatto che niente riuscirà a rassicurarti, finchè c’è quel sentimento nascosto che bussa costantemente alla tua coscienza e che nessuno può mettere a tacere, se non tu.
Ci dispiace sapere che stai vivendo questo conflitto interiore, in un momento così importante, prova a farti forza e a scrollarti di dosso il passato, guardando avanti, a questa nuova vita che nasce.
Un caro saluto!
,Non è mia intenzione dire a mio del tradimento ma se fossi sicura che il figlio non fosse il suo glielo direi perché sarebbe giusto dirglielo.riguardo i profilattici lo so che non è facile che si rompano ma eventualmente succedesse la rottura sarebbe evidente o posso esserci piccoli fori non visibili ad occhio nudo?comunque io sono consapevole che ci sono pochissime possibilità se non nessuna che il figlio non sia di mio marito ma il problema e’ che sono una persona molto ansiosa.
,Anonima, 25 anni,25-02-2013,Relazioni di coppia,tradimento

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it