Il 13 aprile ho avuto un rapporto che è iniziato non protetto per circa...

Il 13 aprile ho avuto un rapporto che è iniziato non protetto per circa 1 minuto…

Salve, volevo chiedere informazioni riguardo ad un episodio che mi è capitato in questi giorni.
Premesso che ho 18 anni, l´ultima mestruazione mi è iniziata il giorno 2 aprile, il 13 aprile ho avuto un rapporto che è iniziato non protetto per circa 1 minuto dopodiché abbiamo utilizzato il condom, il mio partner nell´attività di masturbazione, non ha mai rilevato di avere perdite preiaculatorie e posso confermarlo perché l´ho verificato parecchie volte che il glande rimane del tutto secco, solo a volte quando è in astinenza da alcuni giorni ho potuto vedere la fuoriuscita di una minima goccia di liquido acquoso biancastro nel momento immediatamente precedente l´eiaculazione. Il fatto che mi mette un pò in ansia però è che la mattina del giorno 18, quindi 4 giorni e mezzo dopo questo “rapporto a rischio”, andando in bagno ho notato delle perdite rosse identiche alle mestruazioni dopo la minzione, indossato l´assorbente ho trovato altre perdite durante la giornata e ogni volta andando in bagno ho continuato a notare flusso in quantità normali che scendeva e conteneva anche i soliti grumi da mestruazioni…queste perdite mi durano da 3 giorni ed ora sono diminuite, c´è la possibilità di un rischio gravidanza? Dalle mie mille paranoie è scaturita questa conclusione: per essere incinta dovrei aver avuto la “sfortuna” che tutti questi fattori coincidessero, ovvero: ovulazione con 2 giorni di anticipo, perdite preiaculatorie durante il primo minuto, presenza di spermatozoi nelle perdite, fecondazione dell´ovulo nonostante gli spermini siano pochi nel liquido e non abbiano sufficiente spinta, perdite da impianto rosse uguali alle mestruazioni dopo soli 4,5 giorni dal rapporto a rischio.
Che dovrei fare un test per tranquillizzarmi lo so, ma vorrei sapere cosa ne pensate a primo impatto.

Erika94


Cara Erika94,
da quello che ci descrivi sembrerebbe impossibile che vi sia stata la possibilità di incorrere in una gravidanza. Detto ciò, a volte durante il ciclo mestruale vi possono essere episodi di spotting, dovuti spesso a diversi fattori sia organici, come ad esempio cisti ovariche, fibromi, vaginiti, sia disfunzionali, come disturbi del comportamento alimentare, stress, diete drastiche, alterazioni ormonali. Ti suggeriamo di aspettare con serenità e tranquillità il ciclo e, comunque, di richiedere una visita al tuo ginecologo di fiducia per fare chiarezza rispetto agli episodi di spotting.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it