Volare: segui con noi la diretta del lancio di Luca Parmitano verso la ISS

Volare: segui con noi la diretta del lancio di Luca Parmitano verso la ISS

È previsto per oggi martedì 28 alle 22:31 ora italiana la partenza dal cosmodromo di Baikonour dell’astronauta dell’ESA Luca Parmitano e dei suoi compagni di viaggio, l’astronauta Karen Nyberg della NASA ed il comandante russo della Soyuz Fyodor Yurchikhin. A bordo della navicella Soyuz, i tre raggiungeranno la Stazione Spaziale Internazionale dove trascorreranno, come membri della Spedizione 36/37, cinque mesi. La missione di Luca, denominata Volare, è la quinta di lunga durata sull’avamposto orbitante assegnata ad un astronauta europeo, e la prima per un astronauta della classe 2009, la nuova generazione di astronauti. L’assegnazione al volo per Parmitano è dovuta ad un accordo con l’Agenzia Spaziale Italiana, ASI. 

La diretta dal cosmodromo di Baikonour comincia alle 21:30 ora italiana ed il lancio è previsto alle 22:31. L’astronauta dell’ESA Paolo Nespoli commenterà in inglese alcune delle immagini. L’arrivo sulla ISS è previsto sei ore dopo la partenza. Potete seguire in diretta l’attracco dalle 04:00 ora italiana del 29 maggio, con immagini sia dall’interno della navetta Soyuz che dalla Stazione Spaziale Internazionale e dal centro di controllo in Russia. Infine, dalle 05:35 ora italiana potremmo vedere l’apertura del portellone e l’ingresso del nuovo equipaggio sulla Stazione, dove ad accoglierli troveranno i cosmonauti Pavel Vinogradov ed Alexander Misurkin e l’astronauta della NASA Chris Cassidy. [ESA]


E’ il giorno del lancio della missione "Volare" e DIREGIOVANI trasmetterà in diretta dalle 21,00 il decollo della Soyuz TMA-09M dalla base di Baikonour in Kazakistan per portare sulla ISS l’astronauta italiano Luca Parmitano, maggiore e pilota sperimentatore dell’Aeronautica militare selezionato nel corpo astronauti dell’Esa nel 2009, con i suoi compagni di missione, il russo Fedor Yurchikhin e l’americana Karen Nyberg.
Parmitano è il sesto italiano ad andare nello spazio e quinto a salire a bordo della Stazione spaziale orbitante ma è il primo in assoluto che compierà una passeggiata spaziale.
La missione durerà sei mesi e l’astronauta italiano si occuperà principalmente di attività di sperimentazione nel quadro del programma Green Air.
Il primo esperimento denominato Diapason e realizzato dall’azienda italiana Dtm, riguarda la rilevazione nell’aria della presenza di particelle di dimensione di pochi nanometri che avrà applicazioni in studi sull’inquinamento atmosferico.
Lo studio di combustibili innovativi a basso impatto ambientale è invece l’oggetto dell’esperimento ICE. In particolare, verrà analizzato il comportamento di un biocombustibile la cui composizione è stata definita e proposta dall’Istituto Motori del Cner di Napoli.
Nel corso della missione, inoltre, gli astronauti a bordo della ISS gestiranno anche l’arrivo della navicella automatica europea Atv-Einstein.


Free desktop streaming application by Ustream


Papa Francesco in diretta con la Iss per un messaggio di pace

Il Papa parlerà in collegamento con gli astronauti impegnati nella missione “Volare” sulla Stazione Spaziale Internazionale.
La Chiesa continua il suo processo di modernizzazione verso il digitale. Dopo l’apertura dell’account Twitter ufficiale della Santa Sede (@pontifex) ora Papa Francesco si collegherà con la Stazione Spaziale Internazionale (Iss) entro la fine di giugno per augurare buona fortuna agli astronauti impegnati nella missione “Volare”. Durante il collegamento il Papa potrà dialogare con il cosmonauta Luca Parmitano che raggiungerà la Iss domani pomeriggio, viaggiando su una navicella Soyuz in partenza dal Kazakistan alle 2:31 ora locale.
Un precedente
Due anni fa l’ex pontefice Benedetto XVI aveva parlato in collegamento con gli astronauti italiani Paolo Nespoli e Roberto Vittori che avevano preso parte all’ultima missione dello Shuttle Endeavour. "Credo che per voi sia evidente che viviamo tutti insieme su una sola terra e che è assurdo combattersi e uccidersi fra di noi" aveva detto Joseph Ratzinger. [DATAMANAGER]


L’ora fissata sono le 22 e 31 in Italia, le 2,31 in Kazakistan, stato dell’ex impero sovietico dove si trova la mitica base di Baikonur che tenne a battesimo Yuri Gagarin e che da quel giorno del 1961 continua a lanciare nello spazio uomini delle stelle, astronauti, anzi più correttamente cosmonauti, come si definiscono ad oriente. Cosmonauta dell’occasione un italiano, Luca Parmitano, del corpo astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea, maggiore dell’Aeronautica Militare (pilota collaudatore), che andrà a lavorare sulla Stazione Spaziale Internazionale per un periodo di sei mesi, grazie ad una delle opportunità di volo dell’Agenzia Spaziale Italiana, opportunità di volo che sovrabbondano quelle degli altri paesi membri dell’ESA per il notevole contributo dato alla realizzazione della ISS.

Luca Parmitano, siciliano di Paternò, sposato con due figlie, abiterà la casa orbitante dello spazio per 166 giorni, stabilendo un record di permanenza di un italiano nello spazio (il suo predecessore in una missione di lunga durata, Paolo Nespoli, vi restò per 157 giorni). E’ il quarto italiano ad andare sulla stazione orbitante, dopo Guidoni, Vittori e Nespoli. Ma avrà altri oneri alcuni decisamente nuovi per il nostro paese: sarà infatti il primo italiano ad effettuare attività extraveicolari (EVA) le famose passeggiate spaziali. Attività nella quale sarà impegnato in due occasioni. Sarà co-pilota, emulando così Roberto Vittori, che fu il primo astronauta dell’ESA ad ottenere la qualifica di Comandante della Soyuz. Svolgerà diversi esperimenti a bordo: sono infatti una quarantina gli esperimenti che vedranno impegnati i partecipanti a questa missione e gli astronauti ora sulla Stazione Spaziale.

Ma non ci saranno solo gli esperimenti, vi saranno anche le attività di gestione, controllo e supporto. Ad esempio il supporto alle attività con il braccio robotico per l’aggancio dell’HTV giapponese, piuttosto che coadiuvare le operazioni di aggancio e sgancio della navetta Dragon, o dell’ATV dell’ESA, Albert Einstein. Insomma saranno sei mesi piuttosto impegnativi, ma non mancheranno i momenti di relax, come all’epoca del web 2.0 e di twitter ci hanno insegnato gli astronauti della ISS. Luca Parmitano ha annunciato che suonerà la chitarra guardando la terra, è facile che trovi il blues giusto. [MEDIA INAF]




Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it