Oggi una mia amica mi ha detto che si taglia e mi ha fatto vedere come lo fa...

Oggi una mia amica mi ha detto che si taglia e mi ha fatto vedere come lo fa…

A scuola abbiamo formato un gruppetto di 5 amiche dove una ci ha detto che si taglia. L’altra mia amica che la conosce dalle medie mi ha detto che forse è stata adotatta e può essere questa la causa per qui si taglia lei nn ha mai detto nnt ne a me ne alle altre … verso la fine dell’ anno scolastico aveva smesso di tagliarsi … all’ inizio di quest’anno ha ricominciato a tagliarsi e si veste in nero … oggi una mia amica che conosco da più di 9 anni ci ha detto che anche lei si taglia e mi ha fatto vedere come lo fa … io mi sono sentita male xè non voglio che soffra e si faccia del male nè lei e nè l ‘altra .. io e il resto delle amiche siamo preoccupate non sappiamo cosa dirgli come affrontarle e parlare del discorso xè abbiamo paura che si offendano e che si sentano più in colpa e si tagliano di più … cosa possiamo fare? E io cosa posso fare con la mia amica ci sentiamo ogni giorno, facciamo i compiti insieme in web cam. Io non posso andare da lei nè lei può venire a casa mia xè lei prima era a 5 km da me ora è a 50 km … ed è difficile e poi lei si frequenta e sta sempre con quella che si taglia … vi prego aiutateci .. grazie
,Lucia, 14 anni,23-09-2013,Disagio emotivo e/o psicologico,

Cara Lucia,
la situazione è molto delicata quindi non è semplice consigliarti su come affrontarla. Capiamo la tua preoccupazione e quella delle tue amiche. Se abbiamo capito bene una delle tue amiche che pratica il cutting si è confidata con te, dell’altra lo hai saputo per vie traverse. Ora, questo aspetto è fondamentale perchè la tua amica che si è confidata con te, si fida di te, del fatto che puoi tenere il suo segreto e magari anche aiutarla. Chi ricorre all’autolesionismo lo fa non riuscendo a smettere pur capendo che non è una soluzione ai suoi problemi. E’ difficile da capire ma il più delle volte è così. Sempre più ragazze oggi si tagliano, lo fanno, a detta loro, per "controllare esperienze penose e angoscianti", infatti sostengono che il dolore fisico appare più sopportabile di quello psicologico. Ma possono farlo anche per "sentirsi vive": il dolore fisico contrasta la senzazione di vuoto, di angoscia o abbandono, ecc. Il paradosso di questa condotta è che ciò che generalmente genera dolore, nel cutter produce un sollievo emotivo immediato. Difficile rinunciarvi per questo motivo.
In tutti i casi è il sintomo di un profondo disagio psichico che deve essere curato da uno specialista come uno Psicologo/Psicoterapeuta. Ciò che potete fare voi è stare vicine alle vostre amiche senza giudicarle o dargli troppi consigli, perchè rischiate che si allontanino o non vi dicano più niente. Potete invece parlarci e aiutarle a dirvi cosa le fa stare così male, aiutarle a trovare una soluzione ai loro problemi, sostenerle… In un secondo momento, potete inoltre consigliargli di rivolgersi a uno Psicologo, forse anche nel vostro liceo c’è uno sportello d’ascolto, per esempio tu stessa puoi accompagnare la tua amica la prima volta… è un inizio ma può essere determinante. Oppure possono rivolgersi al Consultorio per adolescenti dove non è necessario essere accompagnati da un adulto. Anche lì c’è lo Psicologo con cui le tue amiche possono parlare liberamente e chiedere un aiuto.
Nella speranza di esserti stati d’aiuto, ti invitiamo a riscriverci per farci sapere come va.
Un caro saluto.

,cutting

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it