3 test delle urine negativi. Le beta nel sangue minore di 2. C'è un rischio?...

3 test delle urine negativi. Le beta nel sangue minore di 2. C’è un rischio?…

Giorno 10/06 durante un rapporto con la mia partner c’è stata la rottura del preservativo .. dopo 5 ore ha preso la pillola levonogestrel , giorno 12/06 ha avuto delle perdite ematiche per 3 giorni ma non mestruazioni .. giorno 28/06 le attese mestruazioni non arrivano.. il 06/07 ancora nessun sintomo premestruale … ma ha nausea vomito e mal di testa . Ha fatto un test delle urine il 26/06 risultato negativo .. Un test il 28/06 negativo .. Un test il 29/06 con le prime urine del mattino negativo .. Controllo delle beta nel sangue giorno 1/07 risultato minore di 2 .. c’è rischio di gravidanza o possiamo stare tranquilli ? Perché le mestruazioni tardano così tanto?

Fabio, 21 anni


Caro Fabio,
l’assunzione della pillola del giorno dopo entro le 72 ore dal rapporto, i test di gravidanza sulle urine e sul sangue possoo davvero tranquillizzarvi, non ci sono rischi di gravidanza!
È molto frequente che l’apporto ormonale della pillola possa portare delle perdite e delle irregolarità nel ciclo, ma non sono preoccupanti. In genere le perdite causate dal contraccettivo d’emergenza sono meno abbondanti del normale ciclo, ma spesso ci sono differenze da persona a persona, perchè ogni corpo ha le sue reazioni. Il ciclo può subire delle oscillazioni (anticipi o ritardi), ma non è una cosa di cui preoccuparsi. In genere entro due o tre cicli dopo l’assunzione della pillola del giorno dopo, si ripristinano le caratteristiche solite del ciclo.
Quindi non possiamo dire esattamente quando le prossime mestruazioni arriveranno, ma i sintomi che ha potrebbero essere anche un indice del loro prossimo arrivo. Comunque le perdite non sono indice di una gravidanza, ma sono in stretta correlazione con l’andamento ormonale influenzato dalla pillola del giorno dopo. Considerate che anche un’ansia eccessiva può causare il ritardo del ciclo!
Per avere ulteriori chiarimenti puoi chiedere una consulenza ginecologica che con una visita potrà approfondire meglio la vostra situazione specifica. Se non sapete a chi rivolgervi, potete fare riferimento al Consultorio della vostra città, dove potrete chiedere il parere di un ginecologo gratuitamente e nel rispetto della privacy.
Noi restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it