fotogallery

La storia di Joe, la scimmietta salvata dopo 25 anni di crudele prigionia

Il macaco Joe è stato catturato nel 1991 e ha trascorso i successivi 25 anni in una gabbia stipata tra due edifici.
Ma il suo destino finalmente è cambiato quando è stato notato da un preoccupato passante che ha contattato l’associazione Wildlife Friends Foundation Thailand.
I volontari sono riusciti a salvare la scimmia, che era in così cattive da non poter stare in piedi.

scimmia joe

ROMA – Ancora una storia di crudeltà sugli animali con un bel lieto fine.
Parliamo spesso di cani o gatti maltrattati, ma questa volta la protagonista della storia è la scimmietta Joe, un macaco recluso in condizioni disastrose per 25 anni.

Da quando fu catturato nel 1991, Joe ha vissuto in una gabbia, sporca e buia, un buco infestato dai topi talmente piccolo che i suoi muscoli si sono atrofizzati.
Il macaco è stato privato della libertà per diventare un animale domestico di una famiglia in Thailandia che lo ha chiuso in una gabbia per dare spettacolo ad amici e vicini nel centro di Bangkok, in Thailandia.

scimmia joe

La sorte di Joe è cambiata quando un passante lo ha notato e si è impietosito guardando quegli occhi tristi e rassegnati.
Così ha contattato l’associazione animalista Wildlife Friends Foundation Thailand (WFFT) che si è mossa per salvare la scimmia dalla sua prigionia.

Joe è stato finalmente liberato la settimana scorsa dai volontari della WFFT che hanno trovato il macaco nelle peggiori condizioni che avessero mai visto.

Edwin Wiek, fondatore di WFFT, ha scritto su Facebook:
“Ho visto un sacco di sofferenza degli animali negli ultimi 17 anni, ma direi che le condizione in cui è stata tenuta la scimmia entrano nella “Top 10″ della maggior parte dei casi orribili che io abbia mai visto”.

scimmia joe

25 anni in quel tugurio, senza acqua da bere in quasi completa oscurità, da solo, nella sua sporcizia, “il suo mondo” è stato solo 70 x 80 x 80 centimetri per gli ultimi 25 anni…

Joe è stato trovato disidratato, sporco e non in grado di camminare.
E’ stato sedato e rimosso dalla sua prigione.

E’ emerso che c’era stato un tentativo di salvarlo in precedenza, ma lo zoo che lo voleva prendere a quanto pare aveva chiesto ai proprietari  100 dollari al mese per il suo mantenimento.

scimmia joe

Ma ora la WFFT ha portato Joe nel suo santuario e il cambiamento è già evidente.
Sono bastati un paio di giorni per vederlo muoversi di nuovo, anche se non è ancora in grado di arrampicarsi come tutte le scimmie, è ancora troppo debole e forse gli manca l’esperienza per farlo.

Joe è stato visto fare un bagno nella sua vasca di acqua pulita e comunicare con i suoi vicini, altre scimmie che non ha visto per tanto tempo.

La sua aspettativa di vita è di 35 anni e speriamo che avrà il tempo per godersi il tempo che gli resta dignitosamente in libertà.