tech

In mostra a Milano le creazioni degli ex studenti dello IED

ROMA – L’Istituto Europeo di Design festeggia i suoi 50 anni mettendo in mostra a Milano i lavori dei suoi studenti ed ex-studenti.  Dal 12 al 17 aprile, in occasione della ‘Design Week’, i progetti targati IED saranno esposti in diverse sedi della città, tra cui spiccano tre mostre in programma alla Fabbrica del Vapore (Via Procaccini, 4). Qui sarà allestita ‘Borders’, esposizione interattiva realizzata in collaborazione con AIACE (Associazione Italiana Amici Cinema d’Essai), che espone le opere di studenti dei corsi triennali della scuola di Arti Visive IED Milano.

ied

“La mostra- spiegano i promotori- si presenta come un organismo tecnologico, in cui le installazioni di ciascun gruppo di studenti sono organi pulsanti che interagiscono con il visitatore”. Le opere all’interno della mostra “indagano il concetto di confine”, come ‘Oltre Il Muro’, ma vogliono essere anche come ‘Flipover’, “occasione di riflessione sui pregiudizi, le superstizioni, gli stereotipi che affollano la mente umana creando barriere nella convivenza sociale”.

 ‘Oltre Il Genere’ – anch’essa esposta all’interno di “Borders” – è “un invito per lo spettatore a confrontarsi con la percezione sociale dell’altro” mentre ‘Despina’ trae spunto da storie di migranti e viene descritta come “un museo di oggetti personali che riporta le storie di chi, giunto alla meta, si è trovato all’interno di un altro deserto”.

Uno spazio sarà dedicato a tre designer dello IED anche all’interno della mostra organizzata presso la Fabbrica in occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano dedicata agli under 35. All’interno di ‘New Craft’, saranno visibili infatti la bicicletta a pedalata assistita ‘Eyebike’, il fornello ‘Solari’ e l’istallazione ‘Appunti sulla melodia delle cose’. ‘A ruota libera’, a cura degli studenti dello IED di Roma, espone invece prodotti per muoversi in città: biciclette, monopattini e accessori, che saranno visibili, sempre nello spazio di Via Procaccini, nell’ambito della mostra “Sharing Design”, dedicata all’autopruduzione.