attualita

Elena Ferrante tra i finalisti del Man Booker International Prize

71X2tid4fALedited

Roma – Tra i sei finalisti del prestigioso Man Booker International Prize 2016 c’è anche Elena Ferrante con Storia della bambina perduta, il quarto ed ultimo volume de L’amica geniale. La misteriosa autrice che pubblica i romanzi per la e/o, continua a conquistare i lettori di tutto il mondo; la Ferrante è arrivata in Gran Bretagna e oltreoceano grazie alle traduzioni di Ann Goldstein, riscuotendo un enorme successo di pubblico e l’apprezzamento da parte dei critici letterari di quasi tutti i maggiori giornali e siti di news britannici e statunitensi. Il Man Booker International Prize è la categoria internazionale del più importante premio letterario britannico. I cinque libri finalisti insieme all’opera della Ferrante sono: “A General Theory of Oblivion” di José Eduardo Agualusa, tradotto da Daniel Hahn e pubblicato Harvill Secker; “The Vegetarian” di Han Kang, tradotto da Deborah Smith e pubblicato da Portobello Books; “Death by Water” di Kenzaburō Ōe, tradotto da Deborah Boliner Boem per Atlantic Books; “A Strangeness in My Mind” del Premio Nobel Orhan Pamuk, tradotto da Ekin Oklap e pubblicato da Faber & Faber; in col titolo “La stranezza che ho nella testa” uscito per Einaudi. Infine “A Whole Life” di Robert Seethaler, tradotto da Charlotte Collins e pubblicato da Picador, (pubblicato in Italia da Neri Pozza con il titolo “Una vita intera”). La selezione è stata fatta a partire da una lista di 155 titoli. La giuria, presieduta dal critico letterario Boyd Tonkin, annuncerà il vincitore a Londra il prossimo 16 maggio, autore e traduttore si divideranno la somma di 50mila sterline.

LONDON, ENGLAND - MAY 19:  Laszlo Krasznahorkai wins the Man Booker International Prize at Victoria & Albert Museum on May 19, 2015 in London, England.  (Photo by Stuart C. Wilson/Getty Images)

LONDON, ENGLAND – MAY 19: Laszlo Krasznahorkai wins the Man Booker International Prize at Victoria & Albert Museum on May 19, 2015 in London, England. (Photo by Stuart C. Wilson/Getty Images)