spazio e scienza

Archeologia: a Roma tra via di Centocelle e via Casilina spuntano le catacombe

catacombe

Molto spesso nella rappresentazione di Roma, vengono utilizzate opere quali il Colosseo o il Pantheon che, pur essendo spettacolari per magnificenza e fattura, sicuramente non danno idea dell’immensità del patrimonio artistico e culturale presente, accumulato dalla citta’ negli oltre 2700 anni di vita.

Roma infatti, che dagli splendori dell’impero alla sua decadenza vide la sua popolazione diminuire da un milione e mezzo a circa 15.000 abitanti, che subì invasioni, distruzioni, alluvioni ed incendi e che dopo un lunghissimo periodo di stasi riprese a crescere, senza piu’ fermarsi, fino a raggiungere le attuali dimensioni, conserva nel sottosuolo preziose pagine di storia.

catacombe centocelle (4)

L’obiettivo era indagare un sistema di cave antiche che si articola per centinaia di metri tra via di Centocelle e via Casilina ad una profondità di quasi dieci metri dal piano stradale. Ma l’operazione ha avuto un risvolto inaspettato, quando, attraversato un pertugio e uno strettissimo cunicolo, ci si è trovati di fronte ad una catacomba sconosciuta, un cimitero sotterraneo in uso almeno fino al IV secolo d.C. e quasi del tutto intatto, con gli intonaci dipinti sulle pareti delle gallerie scavate nel tufo e le ossa degli scheletri dei defunti ancora disposte nei loculi delle sepolture a inumazione.

catacombe centocelle (3)

Una scoperta guidata dal caso, l’altro giorno, proprio mentre l’équipe di speleologi del Centro ricerche speleo-archeologiche Sotterranei di Roma sotto la guida di Marco Placidi, stava effettuando una serie di verifiche sulla staticità del sistema caveale. La zona è in questi giorni sotto stretto monitoraggio da parte dei professionisti del sottosuolo, soprattutto dopo il caso della voragine che si è aperta alla fine di marzo a via di Centocelle.

catacombe centocelle (1)

E la scorsa mattina gli speleologi si sono calati in corda per eseguire le dovute verifiche sulle condizioni di sicurezza della vasta rete di gallerie caveali. Una fenditura su una piccola caverna ha attirato la loro attenzione. Caschetto con torcia in testa e una buona dose di coraggio misto a curiosità, hanno deciso di tentare l’impresa. Si sono infilati nel buco, sono risaliti lungo uno stretto cunicolo fino a riemergere in un nuovo ambiente già perfettamente scavato.

In sostanza, avevano attraversato, senza saperlo, un collegamento tra la galleria della cava e il fondo di una tomba. Da qui, ultimo tassello di questo insolito viaggio, i ricercatori di Sotterranei di Roma si sono spinti oltre la tomba e hanno finalmente messo piede in un ambiente più grande.

catacombe centocelle (2)

Sotterranei di Roma, ha l’obiettivo principale di promuovere la conoscenza, lo studio, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio archeologico ed ambientale del sottosuolo in particolare della città di Roma, attraverso soprattutto l’organizzazione di eventi come visite guidate, seminari di approfondimento ed eventi a tema.


fonti di riferimento: Sotterranei di Roma – immagini: Il Messaggero