fotogallery

I cani odiano veramente gli abbracci? La verità sullo “studio scientifico”

cani abbraccio

ROMA – Gira su internet un presunto studio scientifico secondo il quale i cani odierebbero essere abbracciati.
Si legge sul web che “i cani diventano aggressivi se abbracciati”, “per i cani essere abbracciati è uno stress”, “non dovreste mai farlo”, etc.
Ma è davvero così?
Solo i cani potrebbero confermarlo o smentirlo, ma la realtà dei fatti è che queste affermazioni non sono il risultato di uno studio scientifico, ma quanto scritto in un editoriale scritto nella rivista Psychology Today da un singolo ricercatore.

“Si tratta di un insieme di osservazioni casuali,” ha spiegato al Post Stanley Coren, ex professore della University of British Columbia che ha scritto l’articolo, ribadendo che i suoi risultati non fanno parte di uno studio scientifico ma di dati raccolti sulla base di osservazioni individuali.

Il suo articolo è esente infatti da una peer review o “valutazione tra pari”, un processo a cui tutti gli studi scientifici devono essere sottoposti.
E’ un modo elegante per dire che altri scienziati – quelli che non hanno un interesse acquisito nel successo dello studio – abbiano controllato l’attendibilità di una ricerca.

Non tutti gli studi peer-reviewed sono corretti o buoni, ma è un punto di riferimento fondamentale per la ricerca scientifica.

Il professor Stanley Coren, l’autore dell’articolo, ha esaminato 250 immagini trovate su Google e Flickr che mostrano persone abbracciare i cani.

Secondo Coren, circa l’81 per cento delle foto mostravano almeno un segno di disagio, stress o ansia sul volto dei cani.

Il restante 19% delle fotografie ha mostrato cani che apparivano a loro agio con abbracci o che presentavano risposte neutre o ambigue.

Dal momento che i cani e gli esseri umani non possono parlare tra loro – non nel modo tradizionale, almeno – il prfessor Coren ha offerto indicazioni sul linguaggio del corpo canino, raccolte dalle sue osservazioni.

Segni di insofferenza

• Mostrare i denti è un segnale fondamentale di ansia.

• Girare la testa lontano da tutto ciò che è preoccupante, a volte chiudendo gli occhi, almeno in parte. I cani spesso mostrano ciò che viene chiamato “occhio a mezza luna” o “occhio di balena”, in cui la parte bianca degli occhi nell’angolo o il cerchio è visibile.

• Leccare, sbadigliare o alzare una zampa. Il cane può anche abbassare le orecchie o portarle indietro verso il lato della testa.

Tuttavia, non tutti gli esperti sono d’accordo con le osservazioni di Coren.

Corey Cohen, un terapeuta comportamentista degli animali, sostiene che i cani potrebbe apparire in ansia nelle immagini esaminate perché a oro non piace essere fotografati, o perché una persona stava cercando di ottenere la loro attenzione.
Invece, i cani potrebbero realmente essere confortati con un abbraccio, quando c’è  familiarità e fiducia.

Secondo noi, ogni proprietario di un cane sa bene cosa piace o non piace al proprio amico a quattro zampe.