Intervista a Mussinelli

Intervista a Mussinelli

A quanti anni ti sei accostata alla musica? C’è stato qualcuno che ti ha accompagnato in questo percorso?

  • Ho iniziato a cantare così per scherzo, quando, all’età di otto anni ho partecipato ad una manifestazione di paese, da lì è cominciato tutto.

Fin da piccola ho suonato la tromba, oggi suono chitarra e pianoforte.

Molte persone hanno fatto, e stanno facendo, parte di questo mio percorso, ma fra tutte la mamma è stata la persona che mi ha supportata e aiutata di più.

La musica può essere considerata una compagna o compagnia nel viaggio della vita?

  • io direi che per me è più una “compagna”, mi segue, mi sta accanto e mi aiuta, soprattutto nei momenti più bui.

Musica, emozioni, stati d’animo…in che rapporto stanno?

  • La musica è fatta di emozioni e stati d’animo, grazie a lei riesco infatti ad esprimere quello che a parole non riesco a dire.

Per cosa rinunceresti alla musica?

  • Ognuno di noi ha delle cose o delle persone per le quali rinuncerebbe a tutto, ma a questa domanda rispondo dicendo che, forse, la cosa bella della musica è che non ti obbliga a rinunciare proprio a niente; ti lascia libera!

Come è stato il prima, il durante e il dopo di “Amici”?

  • Mi sono iscritta ai provini di “Amici” così per scherzo, non mi sarei mai aspettata di arrivare fino a dove sono arrivata, sono sempre stata una ragazza insicura; certo non sono entrata nel programma, ma vi assicuro che arrivare anche solo a un passo dal mio sogno mi ha fatto capire che, forse, sono capace di fare qualcosa anche io.

Amici è stata un’esperienza molto bella, mi sono divertita, ho lavorato con professionisti in ambienti importanti ma soprattutto ho fatto quello che più mi piace fare, ho conosciuto delle persone bellissime e mi sono messa alla prova! Per quanto riguarda il “dopo” Amici non è e stato molto facile, ho dovuto recuperare tutto il lavoro perso a scuola e più di una volta mi sono chiesta cosa mai avessi sbagliato, andando avanti ho capito però che la colpa non è stata mia.

La libertà per te cosa è e cosa significa?

  • Per me la parola “libertà”, oltre ad essere un vero e proprio diritto di ciascuno, significa poter essere sé stessi ed esprimersi pienamente.

Qual è il tuo sogno nel cassetto. San Remo?

  • Il mio sogno è fare musica, non importa dove e non importa come! Se avrò l’opportunità di cantare su palchi così importanti la coglierò sicuramente, ma dopo l’esperienza e i meccanismi affrontati, affronterò tutto con più serenità e soprattutto con il sorriso!

Libro di scuola o pianoforte!

  • Non è una scelta facile, ho già detto prima che la musica non ti obbliga a rinunciare a niente, …pianoforte!

Sei giunta alla fine di un percorso scolastico, quali sono le tue aspettative per il tuo futuro e quali ricordi porterai della scuola?

  • La scuola è stato un vero e proprio campo di battaglia! Ho imparato molto, non senza difficolta, ho avuto soddisfazioni e insoddisfazioni, giorni bui e giorni chiari! Mi sono avvicinata e interessata a molte cose, ho conosciuto delle persone, alcune hanno preso strade diverse delle mie mentre altre sono ancora accanto a me. Per quanto riguarda il mio futuro, dopo l’esame di maturità, affronterò l’università e continuerò a fare musica!

I.S.S.S. “Riva” Sarnico (BG)

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it