spettacolo

A PANDA PIACE la metro B

0edited

Roma – Si chiama Giacomo “Keison” Bevilacqua, è uno dei più importanti esponenti del nuovo fumetto italiano e dal 2008 è il papà di A PANDA PIACE. La sua carriera spazia tra tutte le più importanti case editrici di fumetti e non solo, ma prestissimo potrete leggerlo sui muri! A fine mese Giacomo è pronto a lasciare un segno indelebile nella sua città! La notizia è ancora ufficiosa, ma da fonti attendibili sappiamo che ATAC in collaborazione con ARF! festival e 999 contemporary promuove un grande murales alla fermata Jonio della metropolitana B1 di Roma.
A Panda Piace sarà il protagonista di 5 vignette giganti, alte due metri, che raccontano, a fumetti, 5 cose che Giacomo ha imparato SOLO prendendo la metro. Due giorni di lavoro tra il 30 e il 31 maggio in cui Giacomo Bevilacqua diventa street artist. Ritenuto uno dei più importanti influencer del web, la penna e le matite di Giacomo sono anche al servizio di Wired e di miriadi di iniziative soprattutto legate al pubblico dei ventenni. Il suo personaggio A Panda Piace, dopo essere diventato in breve tempo fenomeno virale, ha portato alla realizzazione di otto raccolte (edite Edizioni BD, GP Publishing e Panini Comics), di un videogioco per iPhone e iPad, di un cartoon per la televisione (in onda su La7), del libro A Panda piace fare i fumetti degli altri (con contributi di Zerocalcare, Silver, Leo Ortolani e molti altri autori) e della serie a fumetti A Panda piace l’avventura pubblicati da Panini Comics. Nel 2013 i fumetti di Panda escono anche in Francia, Belgio, Svizzera e Canada. C’è grande attesa per la prima Graphic Novel di A PANDA PIACE dal titolo: ANSIA LA MIA MIGLIORE AMICA, in uscita a giugno per Panini Comics. Il romanzo a fumetti, con sana ironia, insegna ai ragazzi che, anche i sentimenti e le emozioni negative possono avere accezioni positive, a seconda di come vengono impiegate nella vita. L’ansia può essere un motore positivo? Secondo Giacomo Bevilacqua sì, anzi, può essere talvolta una vera e propria amica. Bisogna invece aspettare settembre per l’uscita de Il suono del mondo a memoria (Bao Publishing). Una graphic novel di più di 180 pagine scritta, disegnata e colorata da Giacomo, in cui l’autore racconta la sua “visione” di New York, città in cui ha abitato per quasi due anni e che ha lasciato dentro di lui un segno molto forte. Conoscere Giacomo si può! Nei prossimi giorni sarà uno dei protagonisti di ARF! Festival, che apre il sipario venerdì 20 maggio negli spazi de La Pelanda – Macro Testaccio a Roma.

2edited