fotogallery

#CatsAgainstBrexit, su Twitter “i gatti vogliono restare in Europa”

ROMA – E’ in gioco il futuro dell’Unione europea nel referendum Brexit del prossimo 23 giugno, quando la Gran Bretagna sarà chiamata a votare se rimanere o uscire dalla UE.
Il voto imminente avrà ramificazioni di vasta portata in tutto il mondo, soprattutto a livello economico.
Nel frattempo, il “Twitterverse” ha trovato un proprio modo creativo per prendere una posizione, e per farlo ha utilizzato i gatti.

Sono così spuntati gli hashtag #CatsForBrexit e #CatsAgainstBrexit, un modo irriverente e giocoso per stemperare il clima di tensione sul “grande voto”.

Unione Europea, cresce il fronte Brexit e i mercati inglesi crollano

Alla vigilia dal referendum in Gran Bretagna sulla permanenza del Paese nell’Unione Europea, in programma il 23 Giugno, cresce il fronte Brexit.
Secondo i sondaggi fatti da YouGov, infatti, i favorevoli all’uscita del Paese si attesterebbero intorno al 46% contro il 39% dei votanti che preferirebbe, invece, rimanere in seno all’Europa. A schierarsi con il fronte pro Brexit è arrivato, però, un endorsement importante: quello del Sun.

Il tabloid più letto e popolare nel Paese con il suo editoriale in edicola ieri, Be Leave, ha così detto ufficialmente addio a Bruxelles. L’effetto della pubblicazione si è già fatto sentire nei mercati: stamattina la sterlina è scivolata dell’1% sul dollaro e dello 0.7% sull’euro, che negli ultimi due mesi era rimasto ai minimi storici.
Allo stesso modo la borsa di Londra è oggi ai minimi dagli ultimi tre mesi.
Adesso la parola tocca agli elettori che dovranno valutare cos’è meglio per la Gran Bretagna.

Morta la deputata laburista Jo Cox. Era contraria alla Brexit

E’ morta Helen Joanne Cox, la deputata laburista aggredita ieri pomeriggio in Gran Bretagna da uno sconosciuto nel villaggio di Birstall, alle porte di Leed, nel West Yorkshire. Accoltellata e poi colpita con tre colpi d’arma da fuoco, la donna è morta. Un testimone avrebbe raccontato alla polizia che l’attentatore, prima di colpire, avrebbe gridato “Britain first“, “Prima la Gran Bretagna”. Cox era contraria alla Brexit e si era occupata di temi legati all’immigrazione.