scienza

Atomi di cloro per l’hard disk più piccolo al mondo. Memoria senza limiti

atomi di cloro hard diskROMA – E’ ancora un prototipo ma le aspettative sull’hard disk più piccolo al mondo, messo a punto dai ricercatori del Politecnico di Delft, in Olanda, sono altissime. La sua realizzazione potrebbe modificare per sempre il nostro concetto di memoria artificiale. Soprattutto per quanto riguarda la sua capacità.

Hard disk, capacità e caratteristiche

Ad impressionare sono le sue ridottissime dimensioni. In un solo centimetro quadrato, ossia la grandezza di un francobollo, il nuovo hard disk ha la capacità di memorizzare dati per 78 Terabit, vale a dire 500 volte superiore agli hard disk più compatti oggi in circolazione. Il componente è costituito da una superficie piatta di rama con sopra, disposti a scacchiera, atomi di cloro. Questi ultimi possono essere spostati a piacimento, con l’ausilio di un particolare microscopio, in modo da lasciare spazi vuoti. Questi possono essere riempiti di volta in volta con nuovi dati. Il prototipo funziona solo in condizioni di laboratorio, con temperature di 196 gradi Celsius sotto zero.

Hard disk, la voce del ricercatore

“Con questa capacità di raccolta dati – ha spiegato Sander Otte, primo autore dello studio potrebbero in teoria essere riuniti nello spazio di un francobollo tutti i libri mai scritti finora”. Tutti i dati hard diskdello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica “Nature Nanoscience”. Visto il particolare stato di funzionamento del prototipo, avvertono i ricercatori, ci vorrà, però, ancora del tempo prima della sua possibile produzione industriale.