spettacolo

Michelle Hunziker a Venezia 73: “Non c’è motivo per subire delle violenze”

michelle hunziker a venezia 73ROMA – Sorrisi smaglianti e abiti firmati Trussardi per Michelle Hunziker a Venezia 73. Un’occasione glamour per sostenere una nobile causa: quella della lotta alla violenza sulle donne. Un tema che la Hunziker cura da tempo e che ha portato al Lido con il suo corto “L’amore che vorrei”, diretto da Gabriele Pignotta e interpretato insieme a Michela Andreozzi, Claudia Potenza, Mia Benedetta e Giulia Elettra Gorietti.

La pellicola racconta le storie di cinque donne in lotta tra il loro desiderio di avere rapporti basati sul rispetto e l’amore e la loro vita quotidiana, fatta di abusi. Il racconto della realtà, così, si sovrappone all’immaginazione per creare un mondo parallelo in cui il desiderio di vivere un amore sano diventa possibile.

Michelle Hunziker a Venezia 73: “Non c’è motivo per subire delle violenze”

“Non c’è motivo per subire delle violenze. Anche quando sei molto innamorata, tutto quello che ci raccontiamo ogni giorno noi donne per giustificare un partner violento, è sbagliato. L’amore è bello ed è gioioso“

Con queste parole Michelle Hunziker ha presentato la sua nuova campagna sociale contro la violenza sulle donne promossa dalla fondazione Doppia Difesa, fondata insieme all’avvocato Giulia Bongiorno, e realizzata in collaborazione con One more Pictures e Rai Cinema.

Una violenza che, la maggior parte delle volte, non è solo fisica. “L’amore che vorrei” sottolinea proprio questo.

“La violenza psicologica è la prima vera barriera, che una volta oltrepassata, può portare a qualsiasi cosa, compreso il femminicidio. Lavorando alla base, magari riusciamo ad estirpare culturalmente la radice di questo dramma. Gli ematomi possono essere sul corpo ma anche sul cuore e non se ne vanno”

“Non è giusto che una persona che dice di amarti, ti offenda, ti manchi di rispetto e ti faccia andare l’autostima sotto i piedi. Noi donne dobbiamo imparare ad amarci. Chi ci sta vicino deve farsi curare se ha un problema, sennò se ne va”

Michelle Hunziker a Venezia 73:  Striscia La Notizia e i vent’anni di Zelig

Venezia 73 è stata occasione anche per parlare degli altri progetti lavorativi della Hunziker. Primo tra tutti Striscia La Notizia che la soubrette condurrà, per la prima settimana con Bélen Rodriguez, la ventinovesima edizione del tg satirico.

“Da alcuni anni molti giornali e siti hanno scritto che Bélen avrebbe dovuto condurre Striscia la notizia. Non era mai vero. Questa volta invece, quando nessuno se lo aspettava, lo è. Sono felice di accogliere Bélen nella grande famiglia di Striscia. Con lei inaugureremo la prima settimana della 29esima stagione del Tg satirico di Antonio Ricci. Argentina e Svizzera: un mix esplosivo. Ci sarà da divertirsi!”

A novembre, poi, spazio a un compleanno celebre: quello di Zelig.

“Con Christian de Sica condurrò quattro-cinque puntate per i 20 anni di Zelig. Sarà una grande festa per chiuderne la storia. Tutti i più grandi comici arriveranno a celebrare il luogo che li ha fatti nascere”