attualita

Mantova, Festivaletteratura: una XX edizione tutta da scoprire

FestivaletteraturaROMA – L’attesa è finalmente terminata. Proprio oggi, 7 settembre 2017, apre la XX edizione del Festivaletteratura: l’appuntamento è ormai di grande tradizione e un punto di riferimento importante per gli appassionati delle buone letture. Ma quale città poteva ospitare una manifestazione di tal genere se non Mantova, la Capitale Italiana della Cultura 2016?

Festivaletteratura, parole e non solo

Cinque sono i giorni – fino all’11 settembre – in cui si respirerà un’incredibile atmosfera di festa nelle strade e piazze del fiorente comune lombardo, cogliendo la vocazione dei suoi spazi storici e restituendoli alla loro dimensione ideale per favorire il dialogo e la prossimità. Tema principale su cui verte il festival è ovviamente la scrittura, con lo scopo di mettere scrittori e lettori in uno stesso discorso. In venti anni, traducendo una fortunata formula anglossassone, Festivaletteratura ha annullato le distanze tra chi scrive e chi legge senza confondere i ruoli e ha aperto una relazione a doppio senso di percorrenza.

Festivaletteratura, un successo in numeri

Il successo è confermato dai numeri: la prima edizione del 1997 aveva coinvolto 15mila persone mentre l’anno scorso – fra pubblico pagante e spettatori venuti per assistere ad eventi gratuiti –libri sono accorsi da ogni angolo del mondo più di 130mila persone. Ogni incontro mira a far nascere nei lettori una consapevolezza e un interesse al sapere sempre maggiore e il ruolo degli scrittori è quello di mettersi in gioco e di stimolare un pubblico attento, che ascolta, chiede, si confronta e rilancia.

Festivaletteratura, nasce il vocabolario europeo

Tra le varie idee, si è chiesto addirittura agli scrittori di donare una parola della propria lingua e ne è nato il vocabolario europeo. Non è mancato il lavoro sui bambini: innumerevoli sono stati gli incontri per ragazzi, più di mille dal 1997 al 2015, uno dei quali ha visto il confronto con il premio Nobel Toni Morrison, che ha parlato per la prima volta della sua carriera. Arte, design, architettura, cinema, teatro. Questo e molto altro al Festivaletteratura, luogo in cui, prima di tutto, la ricerca di inedite connessioni tra passato e presente vuole essere sempre vivo.