spazio e scienza

Notte Europea dei ricercatori 2016 – Agenzia Spaziale Italiana (ASI)

Notte Europea dei ricercatori 2016

La notte europea dei ricercatori è un’occasione unica per entrare negli enti di ricerca e istituti per toccare con mano gli ultimi ritrovati dell’ingegneria spaziale con cui osserviamo e studiamo l’universo nel tentativo di risolvere tutti quei misteri che ancora lo avvolgono. L’undicesima edizione è dedicata al “made in science“, alla scienza concepita come filiera di conoscenza mossa dalla creatività e dal senso di responsabilità.

Oltre 300 città coinvolte in tutta Europa, 52 in Italia, tavole rotonde, percorsi dedicati a varie discipline, occhi e telescopi puntati verso il cielo.
A Roma gli appuntamenti sono due: il primo a Frascati, nella sede dell’Esa e il secondo nella sede dell’Agenzia Spaziale Italiana Tor Vergata, organizzato da Frascati Scienza.

Appassionati di tutte le età hanno invaso pacificamente i corridoi e le sale della sede dell’asi. Un programma ricco e articolato si inizia nell’auditorium dove dalle 11 alle 13 si poteva seguire la diretta streaming dell’Agenzia spaziale Europea che riprende l’atterraggio di Rosetta sulla cometa 67PChyuriumov/Gerasimenko.

Mentre nel pomeriggio Luca Parmitano ha risposto a tutte le domande dei ragazzi. Si continua nelle sale adiacenti dove si possono toccare con mano riproduzioni in scala di Ams 02 che con le sue 7.4 tonnellate è il più grande spettrometro elettromagnetico nello spazio o del satellite Planck che con i suoi strumenti riesce a misurare le radiazioni di fondo cosmico a microonde.

E ancora laboratori dove si possono costruire dei razzi artigianali da far partire nel piazzale dell’Agenzia spaziale dove è stato montato un gonfiabile che riproduce la volta celeste. Un’occasione irrinunciabile per conoscere da vicino il lavoro straordinario di uomini e donne impegnati quotidianamente nello studio dello spazio e dei suoi misteri nella speranza che a questi si affianchi un giorno uno dei tanti ragazzi accorsi all’Asi stasera.

notte_europea_ricercatori

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea. Coordinato da Frascati Scienza, è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, Asi, Cnr, Enea, Esa-Esrin, Inaf, Infn, Ingv, Iss, Cineca, Garr, Ispra, Crea, Sardegna Ricerche, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Roma ‘Tor Vergata’ e Università degli Studi Roma Tre, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Cagliari, Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Università di Parma, Università Politecnica delle Marche, Università di Sassari, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

La ‘Notte’ rappresenta il momento conclusivo della Settimana della Scienza (24-30 settembre 2016), evento che conta centinaia di iniziative dedicate alla scienza organizzate in tutta Italia: il progetto, coordinato da Frascati Scienza, vede coinvolte 32 città e oltre 370 eventi complessivamente in programma tra aperitivi scientifici, conferenze, laboratori e giochi, mostre, ‘science trips’, visite nei centri di ricerca e spettacoli. In particolare, l’area Tuscolana, dove si trovano importanti infrastrutture di ricerca, sarà l’epicentro dell’evento che coinvolge molte altre città: Ancona, Roma, Frascati, Firenze, Milano, Trieste, Genova, Modena, Ferrara, Napoli, Caserta, Palermo, Bari, Cagliari, Monserrato, Catania, Lecce, Parma, Pavia, Reggio Emilia, Sassari, Carbonia, Cassino, Gorga, Grottaferrata, Monte Porzio Catone, Colleferro, Rocca di Papa, Santa Maria di Galeria, Quartu Sant’Elena, Selargius e Villasor.