spettacolo

La domenica il Jazz va al cinema

new-talents-jazz-orchestraedited

Roma – Il Teatro Palladium dell’Università Roma Tre regala quattro insoliti appuntamenti all’insegna del jazz e del cinema con la New Talents Jazz Orchestra diretta da Mario Corvini. Il sipario si apre alle sei del pomeriggio della domenica con la promessa di far rivivere la magia delle colonne sonore dei film storici su grande schermo. “Il jazz va al cinemaè il filone che lega i quattro incontri in una manifestazione che celebra il grande legame che da sempre intercorre tra musica jazz e cinema, raccontando grandi passioni, attori, registi e immagini con le sequenze immortali dei grandi film. La rassegna, realizzata in collaborazione con il corso di laurea DAMS dell’Università Roma Tre, è coordinata dal prof. Luca Aversano.

Il primo appuntamento, in calendario 9 ottobre, è dedicato a “La commedia all’italiana in Jazz” con brani e immagini di moltissimi film italiani tra cui “I soliti ignoti”, “Il sorpasso”, “Matrimonio all’italiana”,“Fumo di Londra” con il celebre “You never told me”.
Il 13 novembre poi “I grandi del jazz raccontati dal cinema” con ospite il pianista Santi Scarcella, porta in scena i film biografici sui grandi jazzisti tra cui “Bird” di Clint Eastwood, dedicato alla vita di Charlie Parker, a “Round Midnight” con protagonista Dexter Gordon (e la colonna sonora originaria coordinata da Herbie Hancock) o la commovente pellicola su Chet Baker “Let’s Get Lost”.
Il 4 dicembre “Il Jazz e il cinema noir” farà rivivere “Ascensore per il Patibolo”la cui colonna sonora, affidata alle note di Miles Davis con improvvisazione estemporanea sul filmato, fece storia -, “Anatomia di un Omicidio”, con il titolo originale “Anatomy of a Murder” musicato da Duke Ellington e diretto da Otto Preminger, e altri titoli tra cui “Taxi Driver”, “Mission Impossible”, “Vertigo”.
Il 15 gennaio “Hollywood e i classici del Jazz”: dalla celebre “My favorite things” al musical “The Sound of music” fino a “Smile” di “Tempi Moderni”, “Over the Rainbow” da “Il Mago di Oz” e al dramma de “I Giorni del Vino e delle Rose” con Jack Lemmon da cui il famosissimo standard “The Days of Wine and Roses”.

Un primo ciclo di incontri che celebra il Jazz ed il suo essere entrato di diritto nella storia del cinema: la New Talents Jazz Orchestra avrà il compito di reinterpretare in tempo reale, con lo scorrimento delle immagini sullo schermo, alcuni brani resi immortali proprio dai film di cui erano parte.

Prevendite: [email protected]; tel. 327 2463456