esteri

Presidenziali americane 2016: stanotte l’ultimo scontro tra Hillary Clinton e Donald Trump

ultimo scontro tra Hillary Clinton e Donald TrumpROMA –  Si terrà oggi, nella notte italiana e in diretta televisiva, ultimo scontro tra Hillary Clinton e Donald Trump, i due candidati alle presidenziali americane del prossimo 8 novembre.

L’ultimo scontro tra Hillary Clinton e Donald Trump: parlano Obama e Melania Trump

Molta è l’attesa per questo incontro visto che nessuno dei due ha anticipato dettagli sull’ultima battaglia prima delle elezioni. In compenso, in questi giorni, sono arrivate le dichiarazioni di Barack Obama e Melania Trump. Il primo a sostegno della Clinton e contro Trump, la seconda a difesa del marito.

L’attuale presidente degli Stati Uniti non ha avuto parole dolci nei confronti del tycoon: “Non ho mai visto alcun candidato presidenziale cercare di screditare le elezioni e il processo elettorale in corso, prima del voto. Smetta di lagnarsi e cerchi di promuovere le proprie idee”.

Melania Trump, invece, sullo scandalo frasi sessiste ha fatto sapere di non credere a quello che si dice in giro ma solo a suo marito: “È  stato tutto organizzato. Lui fu istigato dal conduttore a dire cose sporche. Non ho mai sentito mio marito esprimersi in termini così grossolani”. L’aspirante first lady, ovviamente, si riferisce al conduttore di Access Hollywood, Billy Bush, che – secondo lei – avrebbe portato Donald a dire certe cose. Frasi che non sarebbero, altrimenti, mai uscite dalla bocca del marito. ultimo scontro tra hillary clinton e donald trump

L’ultimo scontro tra Hillary Clinton e Donald Trump: il fratellastro di Obama voterà il tycoon

Tra i sostenitori del tycoon è, però, spuntato a sorpresa anche il fratellastro di Barack Obama, Malik. L’uomo, sempre motivo di grande imbarazzo per l’attuale presidente proprio per le sue idee politiche, parteciperà stanotte al duello televisivo.

L’endorsement ufficiale era arrivato lo scorso luglio, quando Malik, 58 anni, dichiarò – in un’intervista al New York Times – di avercela con il Presidente in carica per l’uccisione di Muammar Gheddafi. Un’azione che non “ha migliorato che cose in Libia”, secondo Malik. Il fratello è, così diventato solo “una grande delusione”.

Colpevole della situazione in Medio Oriente anche Hillary Clinton, poi invischiata nel vecchio scandalo delle mail, quando la candidata ed ex first lady era segretario di Stato. Per questi motivi, il fratellastro di Obama voterà Donald Trump alle prossime presidenziali. “Donald Trump mi piace perché parla con il cuore”, ha concluso Malik.