Boom in Italia per rete docenti europea eTwinning

A Napoli laboratorio con referenti community

smart educationNapoli – I gemellaggi elettronici tra scuole d’Europa sono oggi possibili grazie a eTwinning, una piattaforma dedicata a insegnanti, dirigenti didattici e bibliotecari delle scuole del continente europeo. E’ riservato proprio all’importanza di questa community e ai successi che la piattaforma ha raggiunto in Italia uno degli appuntamenti di “Smart Education & Technology Days, 3 giorni per la scuola”, convention nazionale dedicata al mondo della scuola e alle sue eccellenze, che si svolge fino a venerdi’ alla Citta’ della Scienza di Napoli. Protagonisti del laboratorio, i responsabili dell’Unita’ eTwinning dell’Indire, Paola Guillaro, referente regionale Campania eTwinning, e Massimiliano D’Innocenzo, Unita’ eTwinning Italia.

“Nel nostro Paese – ha spiegato D’Innocenzo – la community ha avuto un successo particolare perche’ si lega a tante iniziative che riguardano la scuola nel suo complesso, dal piano nazionale per la scuola digitale ad iniziative come quello di oggi a Citta’ della Scienza che coinvolgono tanti insegnanti”. In Italia, solo nel 2016 “ci sono stati piu’ di diecimila nuovi iscritti – ha ricordato il responsabile di eTwinning Italia -, la testimonianza di una community che gia’ esiste e che gia’ rappresenta tanti protagonisti del mondo della scuola che vogliono innovare la scuola e la didattica mettendo al centro le nuove tecnologie”. La piattaforma e’ cresciuta anche in Campania, “grazie all’entusiasmo dell’intero mondo didattico – ha aggiunto la referente campana di eTwinning -, con oltre 4mila insegnanti registrati e 1500 progetti didattici avviati. La Campania e’ seconda in Italia per l’uso della piattaforma”.

In Italia, invece, gli insegnanti iscritti a eTwinning sono circa 43mila con piu’ di 12mila scuole coinvolte. Il progetto, lanciato nel 2005 come principale azione del Programma di eLearning della Commissione Europea, e’ stato integrato in Erasmus+, il programma europeo per Istruzione, formazione, gioventu’ e sport dal 2014. Oltre all’Unita’ eTwinning Italia, esiste, infatti, anche un’Unita’ Europea gestita da European Schoolnet, un consorzio internazionale di 31 ministeri della Pubblica Istruzione europei, che sviluppa l’apprendimento per le scuole, gli insegnanti e gli studenti in tutta Europa.