spettacolo

Il nuovo strumento di 131 chili dell’orchestra di Montréal

_nrk4672_copy_1600_1067_90edited

Canada – Non sappiamo se nella famiglia dei cordofoni ad arco sia lo strumento più pesante, certamente l’OTTOBASSO è il più alto di sempre: misura più di tre metri e mezzo, fa 131 chili e suona quattro ottavi più giù del contrabbasso. Questo gigantesco e rarissimo strumento da oggi fa parte dell’orchestra sinfonica di Montréal. L’ottobasso è stato inventato nel 1849 dal francese Jean Baptiste Vuillaume in collaborazione con Hector Berlioz, quest’ultimo sosteneva che le grandi orchestre ne avrebbero dovuti avere nel proprio organico almeno 3, eppure – fino ad oggi – questo strumento non è mai diventato di uso comune. Incuriosisce dunque e fa notizia la new entry nell’organico di Montréal, il liutaio Vuillaume ha fabbricato solo 3 ottobassi e fanno sapere dall’orchestra canadese che il loro strumento è una versione moderna (del 2010) che però riproduce fedelmente quella del XIX secolo. L’ottobassista per suonare deve salire su una scaletta, attivare pedali e leve e poi far scivolare il suo archetto sulle tre corde dello strumento. Il maestro statunitense Kent Nagano che dirige l’Orchestre Symphonique de Montréal ha dichiarato a Radio Canada Information che sognava di includere un ottobasso nella sua orchestra da oltre 10 anni. Il sogno è diventato realtà grazie al mecenate Roger Dubois e sua moglie. “Se il signore Nagano vuole migliorare l’orchestra, se è un modo per far crescere l’orchestra, siamo sempre a disposizione del signor Nagano“.
L’ottobasso debutterà giovedì durante il concerto per celebrare i cinquant’anni della metro di Montreal e chissà che presto non ne spunteranno di nuovi nelle orchestre del mondo; riconoscerlo sarà un gioco da ragazzi!