spettacolo

Comunisti col rolex: il nuovo e provocativo album di J-Ax e Fedez

comunisti col rolexROMA – Si chiama Comunisti col Rolex il nuovo e provocativo album di J-Ax e Fedez, in uscita il prossimo 20 gennaio.

Comunisti col rolex, J-Ax: “Ogni cd avrà in allegato un girocollo in cachemire”

Già dalla cover si presume il carattere che avrà il primo album insieme dei due rapper. La foto, postata da J-Ax, mostra un pugno chiuso, con attorno al polso un orologio d’oro che ha nel quadrante il simbolo della falce e del martello. A chi comprerà l’album, promette l’ex Articolo 31, “avrà in allegato un girocollo in cachemire”.

Ancora top secret la tracklist che dovrebbe essere ricca di musica. Alcuni siti vociferano che, in totale, i fan potrebbero ascoltare trenta nuove canzone.

Nel disco, ovviamente, ci sarà Vorrei ma non posto – la hit della scorsa estate che ha conquistato cinque dischi di platino – e l’ultimo singolo Assenzio cantato in collaborazione con Stash dei The Kolors e Levante. Già annunciate altre collaborazioni. Tra queste dovrebbe essere certa quella con Sergio Sylvestre, vincitore della scorsa edizione di Amici.

In attesa di Comunisti col rolex e in attesa del primo figlio: il 2017 di J-Ax

Il 2017 di J-Ax sarà pieno di novità. Il rapper, infatti, oltre ad essere in attesa di Comunisti col rolex, è in attesa del suo primo figlio. L’annuncio è arrivato sempre attraverso la sua pagina Facebook.

“Mentre accompagnavo mia moglie – ha scritto – ci siamo accorti di essere seguiti dai paparazzi. Avrei voluto tenere per me questa bella ‘novità’ ma evidentemente qualcuno pensa di farci su uno scoop, quindi glielo ‘brucio’ ora. Prima di tutto la buona notizia: siamo in dolce attesa!”.

Con la notizia, ovviamente, è arrivata la richiesta di riservatezza: “Faccio questo post per chiedere di rispettare la nostra privacy, la gravidanza è un periodo molto delicato e qualsiasi stress può comportare seri problemi e conseguenze. – ha continuato J-Ax – Essere inseguita nel traffico dagli scooter può terrorizzare una persona non abituata a questo ‘mestiere’, non si scherza con queste cose. Cari ‘gossippari’ mollateci, agli amici e a voi tutti farò sapere com’è andata a ‘giochi conclusi’. Incrociate le dita per noi, grazie a tutti!”.  Meglio lasciar parlare la musica quindi!