music and future

Isolamento momentaneo, il rock made in Italy dei Florio’s

Florio'sROMA – Si chiama Isolamento momentaneo il disco d’esordio dei Florio’s. Una band tutta romana che musicalmente ha molto da dire. “Le nostre canzoni – scrivono sulla loro pagina ufficiale di Facebook – parlano di sentimenti, ipocondrie, disperazioni e rassegnazioni. La musica distorce e affianca la voce pulita. Il contrasto è quello che ci interessa, lo scontro, l’opposto, il confronto. Scriviamo canzoni violente per esorcizzare le brutture. Quando si è felici si scrivono brutte canzoni perché quando si è felici non si ha bisogno di niente. Noi scriviamo per bisogno di essere felici”.

Florio’s Isolamento momentaneo

Un disco che parla molti linguaggi è una buona notizia. Rock è il punto di partenza e di arrivo in tutti i brani di questo nuovo disco della band. Ma il percorso per arrivarci e sviluppare il suono rock è “puntiforme”. Arriva attraverso suggestioni cinematiche, aperture pop improvvise e successive esplosioni (vedi la bellissima “Il vuoto dentro”). Lo scheletro ritmico ha un chè di metronomico, e, anch’esso, viene spezzato all’improvviso e lascia sorpresi. I riff sono sempre assassini. Intorno a tutto questo la bellissima voce della vocalist. Una voce che fa pensare a chanteuse italiane d’altri tempi, o, per fare paragoni a un mix tra Consoli e la Ruggiero.

Florio’s, il gruppo

La band risponde ai nomi di: Valeria Maria Pucci – vox; Marco Nardone – guitar; Davide Pascarella – bass; Riccardo Bianchi – drums