Sto affrontando un periodo stressante e ho parecchia ansia, ultimamente soffro anche di giramenti di testa...

Sto affrontando un periodo stressante e ho parecchia ansia, ultimamente soffro anche di giramenti di testa…

Scrivo riguardo un problema che mi crea ansia da qualche mese…
Esattamente l’1 gennaio io e il mio ragazzo abbiamo iniziato un rapporto sessuale, essendo che non aveva con se un preservativo abbiamo fermato il rapporto quasi subito (nonostante le sue insistenze) perché non volevo rischiare. Tuttavia i giorni successivi ero un po’ in ansia. Circa 15 giorni dopo, quando avrebbe dovuto arrivarmi il ciclo è arrivato in modo alquanto strano, le perdite erano molto scarse di un sangue molto fluido e rosso vivo che sull’assorbente lasciava un colorito marrone ed è durato in tutto 2 o 3 giorni.
Lì per lì ho lasciato perdere per vedere le prossime mestruazioni. Ora le mestruazioni mi sono arrivate 3 giorni fa, ma anche questa volta sono scarse, fluide e di colore rosso vivo che sull’assorbente sembrano marroni. Considerando che le mie mestruazioni sono sempre state abbondanti e corpose, con numerosi coaguli di sangue la cosa mi sta un po’ preoccupando..c’è da dire che ultimamente sto affrontando un periodo stressante e ho parecchia ansia, ultimamente soffro anche di giramenti di testa..non so come comportarmi..spero in una vostra risposta, grazie

Chiara, 19 anni


Cara Chiara,
da quello che ci hai descritto ci sembra di capire che non ci siano stati i presupposti per un concepimento, ovvero un rapporto completo con eiaculazione interna alla vagina che deve avvenire anche nel periodo fertile della donna. Per periodo fertile intendiamo quella finestra sensibile tra l’11° e il 18° giorno di un ciclo regolare in cui dovrebbe essere rilasciato l’ovulo maturo da fecondare. Quindi non crediamo ci siano stati dei rischi effettivi, è vero nelle prime fasi del rapporto viene rilasciato del liquido pre-eiaculatorio che ha una finalità prettamente meccanica ovvero quella di lubrificare l’uretra affinché si crei un ambiente idoneo al passaggio dello sperma. Secondo alcune recenti studi scientifici pare che il liquido preseminale non contenga spermatozoi mobili e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in grado di fecondare.
Il ciclo si è ripresentato due volte e questo potrebbe essere un fattore che escluderebbe un rischio gravidanza. Il colore marrone presente sull’assorbente potrebbe essere anche legato al fenomeno dell’ossidazione del sangue che a contatto con agenti atmosferici esterni tende a diventare più scuro.
Le irregolarità del ciclo possono essere correlate a molteplici fattori non solo ad un rischio gravidanza, ad esempio possono esserci cause organiche (patologie dell’ipotalamo, dell’ipofisi, le infezioni dell’utero, delle ovaie, lo squilibrio dell’attività tiroidea o delle ghiandole surrenali, etc…) o funzionale come condotte alimentari irregolari, assunzione di farmaci e/o droghe, fisiologici sbalzi ormonali, cambio di stagione, ma soprattutto stress fisico e psicologico. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Per riassumere non ci dovrebbero essere rischi significativi, ma se può rassicurarti maggiormente puoi confrontarti con il tuo medico di base o il ginecologo che ti segue per avere maggiori chiarimenti. E’ sempre bene monitorare tutte le irregolarità, l’informazione è lo strumento migliore che abbiamo per non far crescere grandi paure.
Se vuoi toglierti ogni dubbio puoi sempre effettuare un test di gravidanza attendibili sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/!4 giorni dal presunto rapporto a rischio.
Speriamo di essere stati di aiuto!
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it