attualita

A Roma torna ‘Progetto Young’, oltre 2.000 bambini a lezione di primo soccorso

Roma – Diffondere tra i piu’ giovani le principali nozioni di educazione, primo soccorso ed educazione stradale. Questo l’obiettivo di Progetto Young che, presentato stamattina in Campidoglio, tornera’ anche quest’anno negli spazi di Euroma2 per una dieci giorni di lezioni teorico-pratiche tutte dedicate ai bambini della capitale.

Dall’1 al 10 marzo i volontari della Croce Rossa Italiana Municipio IX di Roma, il Gruppo Protezione Civile Municipio IX Roma Camelot Prociv Arci e il Parco Scuola del Traffico S.I.C.E.S. S.r.l. Roma Eur insegneranno come sviluppare le capacita’ di mettere in atto comportamenti di autoprotezione funzionali alla diffusione della cultura della sicurezza a circa 2.000 alunni di 90 classi quinte di 31 istituti comprensivi della capitale.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra Croce Rossa Italiana e IX Municipio, prevede anche un percorso didattico svolto in aula dove verranno illustrate agli studenti le nozioni di primo soccorso e le norme di sicurezza stradale. Valutare la gravita’ dell’incidente, chiamare i soccorsi utilizzando il 112, medicare una piccola ferita: queste le principali azioni che possono fare la differenza in momenti critici e attivare nei ragazzi l’attenzione e la cura verso il prossimo.

“Noi cercheremo di disseminare una serie di informazioni e buone pratiche, il vostro impegno deve essere quello di poter ridare cio’ che imparate attraverso le vostre azioni quotidiane”, si rivolge cosi’ ai bambini il presidente di Croce Rossa Italiana della Regione Lazio Adriano De Nardis. Bambini che, secondo De Nardis, “quando capiscono quanto sono importanti sicurezza e buone pratiche riportano la propria esperienza in famiglia”. Per questo, sottolinea, “l’investimento nelle nuove generazioni e’ l’unico che ci puo’ dare un cambiamento culturale a lungo termine, che ci portera’ verso strade e ambienti piu’ sicuri e comunita’ piu’ resilienti”. E di sicurezza e resilienza c’e’ bisogno soprattutto in situazioni d’emergenza.

A testimoniarlo in Campidoglio i membri dalla squadra ‘Celso’ della Croce Rossa Italiana tra i primi ad intervenire nei territori devastati dal sisma del centro Italia, in particolare ad Amatrice, e ringraziati per questo dall’assessore allo Sport e alle Politiche Giovanili e vicesindaco di Roma Daniele Frongia, accompagnato dai presidenti dell’VIII e IX Municipio, Paolo Pace e Dario D’Innocenzi. E proprio gli operatori dei soccorsi speciali della squadra ‘Celso’ Comitato 13-14 di Roma, nel corso della settimana della Croce Rossa a Euroma2, assisteranno i bambini che vorranno cimentarsi in un’arrampicata free climb su una parete artificiale ricreata nel centro commerciale.

“Il progetto Young e’ stato ideato nel 1998 ed e’ stato sviluppato di anno in anno fino ad arrivare qui a Roma- spiega il presidente di Euroma2 Davide Maria Zanchi-. Sosteniamo questo progetto perche’ crediamo nello sviluppo del territorio integrato con le azioni delle istituzioni e le esigenze delle nuove generazioni di avere mezzi, informazioni, cultura. Non si puo’ prescindere da questi principi quando si fa sviluppo sul territorio”. Un progetto che, secondo il dirigente scolastico dell’I.C. ‘Orsa Maggiore’ di Roma Stefano Sancandi, “ha sfatato il pregiudizio” sull’utilizzo delle risorse dei privati accanto a quelle pubbliche e testimonia “che si puo’ fare impresa, commercio, perseguendo il proprio interesse ma stando insieme agli altri”.