esteri

Una donna ritrova la sua borsa persa settimane prima all’interno della cassetta delle lettere, con tanto di inquietante messaggio all’interno

Roma – Quando la venticinquenne Haley Minn, si è accorta di aver perso la sua borsa successivamente ad una notte di festeggiamenti a Londra, ha pensato immediatamente che non l’avrebbe mai più ritrovata. Miracolosamente però, la borsa è ricomparsa sei settimane dopo l’accaduto, all’interno della sua cassetta delle lettere. Invece di trovare un semplice biglietto con scritto: “Ciao, ho trovato la tua borsa e leggendo l’indirizzo sulla patente ho deciso di inviartela”, Haley ha ricevuto quello che lei definisce “il messaggio più inquietante di sempre”.

“Cara signorina Minn, come sta? Spero che stia bene,” recita l’inizio del biglietto. “La volevo informare, che ho trovato la sua preziosa borsa presso la stazione di Liverpool street,” fino a qui sembra tutto normale, ma il biglietto prosegue. “Ho aperto la borsa esclusivamente con l’intento di cercare un indirizzo per poterle inviare indietro la borsa, ma mi sono imbattuto in alcune cose indecenti – non c’è nulla di male nel prendere precauzioni”.

Secondo quanto riporta il The Mirror, si crede che l’uomo in questione, si stesse riferendo ad alcuni preservativi che la ragazza teneva all’interno della borsa. Se fino ad ora il biglietto vi sembrava strano, non avete ancora letto il resto.

“Come raccomandazione, vorrei consigliarle di stare più attenta a sé stessa e alle proprie cose quando esce, perché lei è davvero una bellissima ragazza. Anzi, credo che lo sia ancora di più rispetto alla foto riportata sul suo documento. Mi piacerebbe tantissimo chiederle di uscire, ma credo che essendo così bella, abbia già qualcuno nella sua vita che si prende cura di lei e se così non dovesse essere, mi avvisi”. Quello che è ancora più inquietante è che l’uomo, conclude il biglietto scrivendo: “Si goda la propria vita, perché non si sa mai cosa le potrebbe accadere domani”. Haley, ovviamente, ha riportato tutto alla polizia locale.

Fonte www.news.com.au